SIMULAZIONE COMPLETA (80 quiz)


Test di Cultura generale e Ragionamento logico


1. Molto frequenti, soprattutto nelle donne, che in un 20 - 30% ne soffrono almeno una volta nella vita, le infezioni urinarie costituiscono un gruppo complesso di situazioni patologiche.
Talora isolate, ma non di rado recidivanti o persistenti, sono spesso asintomatiche. Anche se
sono sintomatiche e molto fastidiose, sono in genere prive di reale importanza clinica: nella
maggioranza dei casi l'infezione resta confinata alla vescica, senza conseguenze importanti per l'organismo.
Ma questa non è purtroppo la regola: per quanto in una percentuale di casi ridotta, possono
infatti essere gravi, sino a richiedere un ricovero ospedaliero. In casi sfortunati può essere
interessato il rene, con infezioni acute o croniche che possono causare danni irreversibili.
Nel soggetto sano, le urine prelevate direttamente dalla vescica non contengono batteri. Durante la minzione spontanea avviene in genere una contaminazione delle urine, principalmente per contatto con le mucose del tratto più distale dell'uretra, canale che collega la vescica con l'esterno, e che è fisiologicamente colonizzata da batteri.
La presenza di batteri nelle urine non è quindi sufficiente a far porre diagnosi di infezione
urinaria. Nella pratica medica, per superare questo ostacolo, importante soprattutto nei casi
asintomatici, si ricorre d'abitudine al cosiddetto conteggio batterico, in grado di discriminare
contaminazione e batteriurie di reale significato clinico. In base ad un'ampia e consolidata
esperienza si ritiene che, di massima, possa essere significativa la presenza di almeno 100.000 batteri per millimetro cubo di urina.
Delle seguenti affermazioni UNA sola NON CONSEGUE con quanto riferito nel testo:

A) la presenza di un conteggio batterico di 10.000 batteri per mL non è di per sé significativo
per una diagnosi di infezione urinaria


B) il conteggio batterico è un test fondamentale per diagnosticare le infezioni urinarie

C) le urine dei soggetti sani inviate in laboratorio contengono d'abitudine un certo numero di
batteri


D) non si può porre diagnosi di infezione urinaria in assenza di sintomi clinici

E) tra i giovani le donne sono più esposte alle infezioni urinarie degli uomini



2.

“Nel transetto sud della cattedrale di Chartres, in quella che è forse la più bella delle vetrate medievali, sono rappresentati i quattro evangelisti come nani che siedono sulle spalle dei quattro profeti del Vecchio Testamento: Isaia, Geremia, Ezechiele e Daniele. Quando vidi questa vetrate per la prima volta, era il 1961 ed io ero uno studentello borioso che immediatamente ricordò il famoso aforisma di Newton - ( ... ) - e ritenne di aver fatto un’importante scoperta che rivelava la mancanza di originalità del famoso fisico. Anni dopo, divenuto più umile, scoprii che Robert K. Merton, il celebre sociologo della scienza della Columbia University, aveva dedicato un intero libro all’uso di questa metafora prima di Newton ( ... ) Benché Merton abbia costruito il suo libro come un piacevole viaggio nella vita intellettuale dell’Europa medievale e rinascimentale, quella che il libro ci presenta è una questione seria. ...”
da Stephen Jay Gould, Il pollice del panda, Editori riuniti, 1992

UNA delle note esplicative poste in calce al testo di Jay Gould NON È CORRETTA:


A) profeti: personaggi dell’Antico Testamento ispirati da Dio

B)
transetto: la parte di chiesa che sta dietro l’abside


C) metafora: immagine fantastica di una concezione filosofica, religiosa ecc.

D) evangelista: autore di uno dei quattro vangeli

E) aforisma: espressione sintetica e incisiva di un pensiero



3.
“Successe a quelli della mia generazione (nati intorno agli Anni Cinquanta) che un giorno ci fu
rimproverato di aver amato Topolino. E di averlo amato proprio perché detective, giornalista,
investigativo, poliziotto.  Successe quel giorno che ci fu detto che Topolino era un uomo d’ordine e che caso mai era meglio amare Paperino, perché Paperino era uno sfruttato (dal capitalista zio Paperone), un single nullatenente con tre nipoti a carico.
Ci sono più cose tra la terra e il cielo di Topolinia e di Paperopoli di quanto noi umani possiamo immaginare. Il colpo fu duro, personalmente Topolino mi restò simpatico ma la cosa non era influente perché l’eroe di Disney si avviò verso la china della decadenza, della crisi. Solo negli ultimissimi tempi Topolino ha ripreso quota e ha visto riaumentare i consensi. Questo libro (“Topolino noir”, Einaudi Stile Libero), che raccoglie storie scritte da Tito Faraci, celebra degnamente il vecchio eroe.
(...) Certo la popolarità di Topolino sembra ormai destinata a restare inferiore a quella di Paperino. Ma forse questo è fatale. La prevalenza di Paperino significa che il comico prevale sul giallo, la commedia sull’avventura, la risata sul brivido. E' anche vero che il poliziesco secondo Topolino, legato molto allo schema classico del thriller, non ha più la forza di battersi contro l’horror, lo splatter, il serial- killerismo. Il giallo secondo Topolino era un modo per dimostrare che nel mondo era possibile introdurre un criterio d’ordine (non nel senso di ordine politico). Topolino era pensiero forte. Ma sappiamo, con Paperino, che alla fine ha vinto il pensiero debole. Non resta altro da fare che leggersi queste storie. O gran bontà dei detective antichi!”
da “Pensieri forti: Topolino”, di Antonio D’Orrico, in SETTE (Corriere della sera), 7/9/2000
 
La recensione citata, nonostante il genere “umile” dell’argomento, contiene riferimenti alla cultura “alta”, letteraria e filosofica, accennati in tono scherzoso e brillante, e qui sottolineati nel testo riportato.  Gli autori a cui D’Orrico allude sono quattro; nella serie dei cinque qui elencati individuate quello inserito indebitamente:
 

A) Sherlock Holmes

B) Ludovico Ariosto

C) Carlo Marx

D) Gianni Vattimo

E) William Shakespeare



4. A quale contesto storico rinvia la figura di quell’Enrico IV imperatore che si umiliò a
Canossa (1077)?

A) Alla lotta per le investiture

B) Alla discesa in Italia del re di Francia Carlo VIII

C) Alla quarta crociata

D) Alla pace di Cateau-Cambrésis

E) Alle lotte tra i Sassoni e Carlo Magno



5. La commedia “L’osteria della Posta” è un’opera di:

A) Carlo Goldoni

B) Pietro Metastasio

C) Henry Purcell

D) Gotthold Ephraim Lessing

E) Luigi Riccoboni



6. L’originalità della Repubblica Partenopea del 1799, quel che le conferisce una inesauribile ______ - sì da esser stata e da essere tuttora materia non soltanto di storia, ma anche di ______ - proviene dal fatto che nella sua breve, ma intensa vita si intersecarono realtà e problemi di varia ______: la fine dello Stato d’ancien régime e la _______ del moderno Stato nazionale, tra età dell’Illuminismo e età delle rivoluzioni; la ______ e il ruolo delle élites intellettuali, e il loro rapporto con il potere politico; la ______ e la forma della ______: la democrazia e il liberalismo. Come un lampo, la drammatica ______ rivoluzionaria napoletana illuminò per un’ultima volta tutte le tensioni di fine Settecento.”
Girolamo Imbruglia, La Repubblica Napoletana
Dallo scritto di G. Imbruglia sono state espunte sette espressioni qui elencate in diverse successioni.
INDICARE LA SERIE che corrisponde alle esigenze logiche del testo:

A) profondità / letteratura / carica simbolica / nascita / formazione / natura / vicenda / politica

B) profondità / carica simbolica / natura / nascita / politica / formazione / vicenda / letteratura

C) letteratura / profondità / carica simbolica / formazione /natura /nascita /vicenda/ politica

D) carica simbolica /letteratura /profondità /nascita /formazione /natura /politica/ vicenda

E) carica simbolica / politica / letteratura / nascita / natura / profondità / formazione/ vicenda



7. Erano i capei d’oro a l’aura sparsi
che ’n mille dolci nodi gli avolgea,
(Da “Erano i capei d’oro a l’aura sparsi” di F. Petrarca)
Le parole -capei d’oro- danno luogo ad una delle figure retoriche sotto elencate:

A) metafora

B) ossimoro

C) allegoria

D) sinestesia

E) metonimia



8. Chissà quale mai
filosofo strano
un piano vanesio
un dì concepì:
negate man mano
la cose già ammesse
soltanto concesse:
“Se penso, son qui”.
Da questa pensata
di chiara evidenza
ha poi sviluppata
la varia sua scienza,
spazzando dal suolo
le idee vaghe o stinte,
scegliendole solo
se chiare o distinte.
Da queste nozioni
partendo pian piano
ci dié le ragioni
di un metodo sano
col quale chiarire
i vari problemi
con l’aria di dire
perfetti teoremi.
Quale celebre filosofo ha ispirato a Umberto Eco questo scherzo poetico, qui citato con qualche lieve modifica?

A) Spinoza

B) Cartesio

C) Nietzsche

D) Croce

E) Kant



9. “Dove trovare il tempo per leggere?
Grave problema. Che non esiste. Nel momento in cui mi pongo il problema del tempo per leggere, vuol dire che quel che manca è la voglia.
Poiché, a ben vedere, nessuno ha mai tempo per leggere . Né i piccoli, né gli adolescenti, né i grandi. La vita è un perenne ostacolo alla lettura.
( ... ) Il tempo per leggere è sempre tempo rubato. (Come il tempo per scrivere, d’altronde, o il tempo per amare).
Rubato a che cosa? Diciamo, al dovere di vivere.
E’ forse questa la ragione per cui la metropolitana - assennato simbolo del suddetto dovere - finisce per essere la più grande biblioteca del mondo.
Il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo per vivere.
( ...) La lettura non ha niente a che fare con l’organizzazione del tempo sociale. La lettura è, come l’amore, un modo di essere.
Daniel Pennac, Come un romanzo
Quale di queste considerazioni NON è correttamente DESUNTA dal passo di Pennac?

A) La lettura per Pennac è essenzialmente un piacere, e un piacere assolutamente privato

B) Parlare del “dovere di leggere” è, più che controproducente, senza senso

C) Assurdo quindi porsi il problema di educare i giovani alla lettura: la scopriranno sicuramente da sè

D) Se si ama davvero fare una cosa, troveremo il tempo per farla

E) La lettura forse non accresce la cultura, certamente arricchisce la vita



10. Il motto dell’Unione Europea è:

A) Unità nella diversità

B) Unità e solidarietà

C) Insieme per l’Europa

D) Da molti uno

E) Per l’Europa del futuro



11. «Godiamoci la vita, Lesbia mia, e amiamoci» Dal Carme 5 di Catullo
Le parole sottolineate danno luogo ad una delle seguenti figure retoriche:

A) iperbole

B) similitudine

C) anafora

D) metafora

E) apostrofe



12.

LE SPESE SULLA SALUTE SONO UN INVESTIMENTO SOCIALE ED ECONOMICO.
All’inizio di questo mese, il Segretario inglese per la Sanità, Alan Milburn, si é recato alla London School of Economics, la Scuola nella quale si sono formati coloro che hanno costruito la stato sociale della Nazione Britannica, per discutere su un tema che sarebbe familiare in un paese in via di sviluppo, ma sul quale é raro sentir parlare in una Nazione industrializzata: le spese sulla salute sono un investimento economico e sociale.
Nessuno ricorda che un Ministro della Sanità britannico si sia mai occupato di un tale argomento prima d’ora.
Milburn ha sostenuto che è tempo di mettere in discussione il punto di vista convenzionale, secondo il quale le spese per la salute sono un debito e non un credito per la collettività. Tale spesa dovrebbe invece essere ritenuta un investimento che costruisce l'infrastruttura economica del Paese.
… Per circa un terzo, la crescita economica in Gran Bretagna tra il 1780 e il 1979 é considerata il risultato di un miglioramento degli standard sanitari ed alimentari. Del tutto recentemente, alcuni ricercatori hanno notato il fatto straordinario che il guadagno reale annuo per persona tende a crescere di più in un Paese dove l'attesa di vita è più lunga di cinque anni, rispetto ad un Paese nel quale la situazione è simile per tutti gli altri aspetti considerati, ma l'attesa di vita è inferiore.
Milburn ha inoltre notato che i problemi di salute sono un’importante causa di disoccupazione e che l'attenzione economica che essi meritano ha un costo importante.
La malattia é in media, ogni anno, causa di 119 milioni di giorni di mutua, determina 12 milioni di visite presso i medici curanti e 800.000 giorni di ricovero in ospedale, conduce alla disoccupazione e alla povertà, che a sua volta ingenera nuove malattie.

Identificare LA SOLA affermazione che NON è GIUSTIFICATA da quanto riportato nel testo:


A) la prevenzione delle malattie può essere considerato un utile investimento oltrechè sociale, economico

B) la malattia, oltrechè costosa di per sé, può essere causa di impoverimento, per la riduzione delle capacità lavorative

C) estendere questi concetti alla totalità delle malattie ed alla totalità dei pazienti basta a giustificare tutti i tipi di terapia

D) garantire a tutti i cittadini le cure necessarie è un provvedimento che non è solo legato ad un principio di equità

E) il danno che le malattie arrecano alla società è grandissimo



13. Mecenate : Orazio = Giulio II : X
Completa correttamente la proporzione  sostituendo alla x uno dei seguenti artisti.

A) X = Michelangelo

B) X = Botticelli

C) X = Bernini

D) X =Tiziano

E)  X = Mantegna



14.

LA TELA DI PENELOPE, O CHI INGANNA CHI
Si crede che, molti anni fa, vivesse in Grecia un uomo ingegnoso chiamato Ulisse il quale, nonostante fosse abbastanza saggio, era molto astuto. Egli era sposato con Penelope, donna bella e coscienziosa, il cui unico difetto era una smisurata passione per la tessitura, abitudine grazie alla quale poteva trascorrere da sola lunghi periodi.
Dice la leggenda che ogni volta che Ulisse, con la sua astuzia, aveva il dubbio che, sebbene glielo proibisse ripetutamente, lei si accingesse ad iniziare un’ennesima volta una delle sue interminabili tele, lo si poteva vedere di notte preparare alla chetichella gli stivali ed una buona barca e poi, senza che lei ne sapesse nulla, se ne andava a girare il mondo e a cercare se stesso.
In questo modo lei riusciva e tenerlo lontano mentre civettava con i suoi pretendenti, facendo credere loro che tesseva perchè Ulisse viaggiava, e non che Ulisse viaggiava perchè lei potesse tessere, come immaginava Omero che però, come si sa, a volte sembrava che davvero dormisse e non si accorgesse di nulla.
Augusto Monterroso: da La pecora nera e altre favole, Sellerio

Tra le seguenti considerazioni UNA è in contraddizione con quanto dice o lascia intendere il breve racconto di Monterroso:


A) gli antichi dicevano che persino Omero talora “sonnecchiasse”

B) è molto difficile che un uomo saggio sia anche astuto

C) Penelope con lo stratagemma della tela inganna sia Ulisse, sia i Proci

D) Ulisse riparte per mare spinto dalla curiosità di scoprire nuove terre

E) Penelope ha una vera smisurata passione per la tessitura



15. Quale, tra le frasi seguenti, contiene un errore ortografico?

A) L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro

B) La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della costituzione

C) La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che
rendano effettivo questo diritto


D) La Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche

E) Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge



16. «[...] Ragionare significa trarre conclusioni da premesse . Ragioniamo tutte le volte in cui, mettendo in collegamento certe tesi o asserzioni preliminari (le premesse, appunto), siamo in grado di formulare altre tesi (le conclusioni)».
(Da Franca D’Agostini, Le ali al pensiero. Corso di logica elementare)
Alla luce della precedente definizione, QUALE tra i seguenti discorsi costituisce un
ragionamento?

Discorso 1. Ti prego, non dire a Marina che, mentre lei lavorava a Milano, sono stato in vacanza in Sardegna in compagnia di Giulia.
Discorso 2. Walter ogni volta che attraversa una piazza è preso da timore ossessivo. Quelli che non sopportano di stare o di passare in vasti luoghi aperti sono affetti da agorafobia. Si tratta di un disturbo curato dagli psichiatri. Walter deve rivolgersi ad uno psichiatra.
Discorso 3. Da quando lavora dallo sfasciacarrozze, Mario è diventato un altro. Da dieci anni possiede un’automobile con le portiere verdi, il cofano blu, il tetto giallo e i parafanghi neri; le gomme, poi, si vede benissimo che sono molto più grandi di quelle originali.
Discorso 4. Quanto mi piacerebbe che tu, ogni tanto, mi raccontassi del tuo lavoro, che so, qualche episodio curioso che ti è capitato nelle lunghe ore trascorse a diretto contatto con il pubblico.

A) Discorso 1

B) Discorso 2

C) Discorso 3

D) Discorso 4

E) Nessuno



17. Quale dei seguenti NON è il nome di un vulcano?

A) Annapurna

B) Kilawuea

C) Etna

D) Krakatoa

E) Pelé



18. Tutti i cani sono fedeli e tutti gli animali fedeli sono mammiferi.
Alcuni mammiferi possono passeggiare sui tetti.
Dunque
Una sola delle deduzioni qui elencate completa correttamente il sillogismo:

A) è impossibile che alcuni cani possano passeggiare sui tetti

B) è impossibile che alcuni mammiferi non siano fedeli

C) è impossibile che alcuni cani non possano passeggiare sui tetti

D) non è impossibile che alcuni cani possano passeggiare sui tetti

E) gli animali che possono passeggiare sui tetti sono mammiferi



19. Nell’Oratio de hominis dignitate (1486) l’autore, scorgeva nella mancata predeterminazione divina delle prerogative dell’essere umano l’indizio dell’eccellenza dell’uomo, in quanto essere libero e chiamato a forgiarsi da sé, rispetto ad ogni altra creatura. Si tratta di... :

A) Giovanni Pico della Mirandola

B) Leon Battista Alberti

C) Marsilio Ficino

D) Giannozzo Manetti

E) Nicolò Cusano



20. L’8 settembre 1943 fu firmato un armistizio fra:

A) Tedeschi e Italiani

B) Americani e Giapponesi

C) Italiani e Anglo-Americani

D) Tedeschi e Anglo-Americani

E) Tedeschi e Giapponesi



21. “E’ noto a tutti gli insegnanti che c’è una profonda differenza tra lo studio meccanico e mnemonico e quello ragionato in grado di condurre ad una “vera” comprensione. Quando si impara qualcosa a memoria la si può ripetere più o meno letteralmente, ma sarà poi difficile usarla come strumento cognitivo. Gli esperimenti condotti in laboratorio hanno avallato la tesi che in generale si apprende qualcosa più rapidamente se si cerca di capirla piuttosto che con uno studio mnemonico; inoltre la si ricorda per un periodo di tempo più lungo e la si può trasferire a problematiche nuove e diverse.”
da Herbert A. Simon, Le scienze dell’artificiale
All’analisi riportata sulle modalità di memorizzazione H. A. Simon fa seguire alcune
considerazioni qui elencate in forma sintetica. Individuate quella inserita tra di esse
indebitamente, che è IN CONTRADDIZIONE con le tesi sostenute dallo studioso:

A) il materiale memorizzato come dotato di significato viene memorizzato in modo tale che è facile accedervi ogni volta che se ne presenti l’opportunità

B) il materiale memorizzato come dotato di significato viene memorizzato in modo che, se una
frazione di esso viene dimenticata, la si può ricostruire da ciò che ne rimane


C) il materiale memorizzato come dotato di significato viene memorizzato in modo meno facile e immediato di quello appreso meccanicamente, ma si fissa nella mente stabilmente e si presta meglio ad essere rielaborato

D) il materiale memorizzato come dotato di significato viene memorizzato in forma di procedure anziché sotto forma di dati “passivi”

E) il materiale memorizzato come dotato di significato viene memorizzato in forma di dati
accessibili a processi di risoluzione di problemi e ad altre procedure




22.

“Arrivare a una comprensione del Furioso, non dico piena ma ricca, non è facile, come non lo è per ogni libro che abbia molte facce diverse. Occorrerebbe (...) poter afferrare la ricchezza poliedrica del mondo ariostesco nella sua molteplicità sfaccettata (...) E bisognerebbe poter apprezzare la maestria con cui il narratore struttura la sua opera intrecciando tanti fili e portandoli tutti avanti con perspicua chiarezza; (... )Bisognerebbe insomma possedere una cultura letteraria acquisita con il lavoro di una vita e insieme una umanità intelligente e una sensibilità acuta per l’arte ... Un patrimonio quasi impossibile da mettere insieme, e chi può sperare di possederlo? Solo gli sciocchi possono sperare di raggiungere tanta profondità di comprensione perché in possesso di questa o di quella competenza settoriale, o perché asserviti all’ultimo metodo venuto di moda.
Ma è sufficiente, per un’opera come l’Orlando Furioso, anche accontentarsi di meno, assai meno. Procurarsi le informazioni indispensabili, liberarsi di ideologismi e preconcetti scolastici, e leggere ... con il gusto di leggere, sapendo che un’opera letteraria è frutto, e quindi può esser fonte, di mille interessi e piaceri diversi: godere con umiltà di quelle invenzioni, di quel narrare sapientemente orchestrato, di quella musicale armonia.
Io, purtroppo, so poco o niente di musica, ignoro le nozioni elementari necessarie ad analizzare la struttura di un brano, e sono, lo so, incapace di spiegarmi tecnicamente le emozioni che mi procura l’ascolto. Ma non per questo rinuncio a sentir musica, anzi! Ascolto e riascolto, conscio che tanto di quell’arte e del godimento che essa potrebbe procurarmi mi è precluso per sempre; ma tuttavia ascolto, e godo quello che natura e cultura consentono. Non dovrebbe esser lo stesso per chi è poco esperto di letteratura, ma non per questo è disposto a rinunciare alla ricchezza di conoscenze e di gioia che un’opera letteraria come il Furioso racchiude?
da Giuseppe Petronio, “Il piacere di leggere”

UNA SOLA delle seguenti affermazione è rigorosamente deducibile dal testo di
Giuseppe Petronio:


A) É sufficiente per apprezzare il Furioso un orecchio naturalmente educato a cogliere la sapiente orchestrazione della narrazione

B) É inutile, per chi ama la musica e la vuole godere, procurarsi le nozioni necessarie a comprenderne la struttura

C) É possibile godere della lettura del Furioso anche senza alcuna preparazione preventiva

D) Natura e cultura permettono di godere un’opera d’arte tanto a chi non ha competenze tecniche quanto a chi ne ha

E) É un atto di presunzione pretendere di esaurire la conoscenza del Furioso grazie alla padronanza di tecniche interpretative anche molto aggiornate



23.
Intervenendo alla Conferenza di pace di Parigi il 10 agosto 1946, ______?______ ricostruiva il percorso dell’Italia antifascista. Di chi si parla qui?

A) Alcide De Gasperi

B) Luigi Einaudi

C) Pietro Badoglio

D) Ferruccio Parri

E) Enrico De Nicola



24.

MAL DI TEST
«Il suo colore preferito?», chiede una delle tante domande del test. (...)
I questionari, d'ogni genere, si moltiplicano e arrivano da ogni parte; (...). Non è il caso di deplorare il fenomeno con la patetica predica sulla parcellizzazione della vita e dell'individuo nella società contemporanea; rispondere a test era un gioco non disdegnato da scrittori come Proust e Thomas Mann, che è difficile accusare di superficialità. (...) Anche se le domande sono numerose, si pensa di sbrigarle rapidamente, sia perché le risposte devono essere telegrafiche sia perché si è persuasi di avere idee, opinioni, gusti, convinzioni, amori, odi, pensieri. (...)
Ma invece, sin dai primi passi, si annaspa. Come si fa a indicare il poeta preferito? Leopardi o Baudelaire? Già in quest'alternativa c'è una violenza invadente, o forse questa è una nobile scusa per la propria irresolutezza. Anche considerando - ma è un modo per trarsi un po' d'impaccio - fuori categoria Dante o Shakespeare, come autori per i quali la definizione di poetaè troppo restrittiva, altri si affollano subito, legittimi e imperiosi; lasciar fuori Petrarca è un disagio troppo grande, (...)
E gli scrittori? Due - indiscutibili - sono due non scrittori, due entità sovrapersonali e plurime, lo Spirito Santo e Omero, se è vero che hanno scritto la Bibbia e l' Iliade e l' Odissea.
Ma gli altri? E subito una gran confusione, come in certi pasticci sentimentali in cui si finisce per non sapere chi si ama di più e non si sa che pesci pigliare. (...)
Sino a questo punto si tratta, tutt'al più, di una patologica indecisione critica o di una incoercibile ma felice vocazione poligamica; forse è bene non saper scegliere fra chi si ama, è certo giusto non scegliere tra i propri figli, anche se ne hanno cento come Priamo. Le cose saranno certo più chiare per quel che riguarda non la finzione letteraria, bensì la vita, la realtà; uno saprà certo dire cosa ama, odia, tiene o desidera di più, i luoghi che preferisce e quelli che aborre. (...)
Man mano che si prosegue nel questionario, si è risucchiati in un vortice di incertezza; non sono tanto le idee, i gusti, le predilezioni a traballare, quanto lo stesso io chiamato a declinarli, che si sente improvvisamente astratto, irreale (...) Come si può dunque osare indicare, nella risposta alla domanda numero 16, il tratto principale del proprio carattere, se quelle botte e risposte fanno anzitutto dubitare di avere un carattere? L'io si frantuma e le sue qualità svaporano.
Non si può farne una colpa alla computerizzazione che governa il mondo. Quella logica non
snatura la vita, come protestano i nostalgici del buon tempo antico, ma ne dice forse la verità, mette a nudo il meccano di cui siamo fatti (...)
Il gesto di narrare crea, finge e costruisce un'identità, mentre chi risponde ai test sente di > perderla, come un accusato dinanzi al poliziotto o al giudice che lo interroga.
Claudio Magris, Utopia e disincanto.

Individuate la considerazione che NON TROVA CONFERMA nello scritto di Magris: 


A) se i test hanno l’effetto di creare una confusione mentale e affettiva in chi era ben sicuro
di sé, la loro attendibilità sarà molto limitata


B) lo scrittore rifugge dal luogo comune che attribuisce alla società contemporanea la
responsabilità di ogni misfatto ai danni dell’individuo


C) Magris osserva, come per inciso, che di fronte a chi ha il compito di giudicare noi o le
nostre azioni rimaniamo disorientati e non riconosciamo più noi stessi


D) non è detto che la vocazione alla poligamia sia sempre un male; ci sono affetti tra i quali è
bene non stabilire graduatorie


E) il tono di questa pagina è leggero e arioso, ma l’indagine sulla condizione non solo dello scrittore, ma dell’uomo in generale, è, nella sostanza, seria



25.

“L’animale umano è una specie sociale, capace di amare e molto bisognoso di amore. Evolutosi come semplice cacciatore tribale, si trova adesso a vivere in una comunità enorme e caotica. Assediato da ogni parte, si chiude difensivamente in se stesso. Ma tale ritirata emotiva lo porta ad allontanarsi anche da coloro che gli sono più vicini e più cari, finché si trova completamente solo in mezzo a un’enorme folla. Incapace di aprirsi agli altri per riceverne il necessario conforto emotivo, diventa iperteso, nevrotico, e magari, alla fine, violento. [ ... ] Questo, in un certo senso, è diventato uno dei peggiori mali del nostro tempo, un gravissimo morbo sociale che dobbiamo curare prima che sia troppo tardi.
Se il pericolo rimane inavvertito, allora - come le sostanze chimiche che avvelenano i nostri cibi - può aumentare di generazione in generazione finché non vi sarà più rimedio.
In un certo senso la nostra capacità di adattamento può essere la nostra rovina sociale. Riusciamo a vivere in condizioni così terribilmente innaturali che, invece di opporci ad esse e tornare a un sistema più sano, ci adattiamo e tiriamo avanti. [ ... ] Come tutto sarebbe più facile se ammettessimo che l’amore, la tenerezza e l’intimità fisica non sono debolezze, buone soltanto per i bambini e gli innamorati, e lasciassimo via libera ai nostri sentimenti, concedendoci di tanto in tanto il magico sollievo di un ritorno all’intimità”.
Desmond Morris, Il comportamento intimo

Tra le osservazioni suggerite dalle parole di D. Morris UNA NON È SUFFRAGATA dal testo proposto. Individuatela: 


A) avvertire il pericolo di una ritirata emotiva può impedire che la malattia sociale si incancrenisca fino a diventare incurabile

B) il fatto che possediamo un forte spirito di adattamento non è necessariamente positivo

C) tirare avanti comunque, senza cercare conforto alla solitudine affettiva, può avere effetti
negativi per l’individuo e per la comunità


D) quelle che consideriamo debolezze possono in realtà costituire una giusta medicina ai mali della società attuale

E) ritirarsi dal mondo esterno comporta automaticamente una esasperazione degli affetti familiari che non sempre è benefica



26. Individuate la coppia che completa correttamente l’uguaglianza:
Gargantua : Rabelais = x : Cervantes = Dottor Zivago : y

A) x=Cirano; Y=Bulgakov

B) x=Don Giovanni; Y=Puskin

C) x=Don Chisciotte; Y=Tolstoi

D) x=Don Giovanni; Y=Solzenicyn

E) x=Don Chisciotte; Y=Pasternak



27. Individuate il termine anomalo:

A) mieloso

B) mellifero

C) mellifluo

D) mieloma

E) mielato



28. III
Dormirai nel meriggio o nulla o poco;
Il sonno meridiano è la sorgente
Onde nascon la febbre, e la pigrezza,
E la doglia di capo, ed il catarro.
LXXXVIII
L’uomo d’ossa dugento e diciannove,
E di trentadue denti, e di trecento
Sessantacinque vene egli è composto
CIX
Dalla vena che chiami Salvatella
Cavando sangue molti doni avrai:
La voce purgherai, la milza e il petto,
I precordi ed il fegato, e del cuore
Solleverai l’innatural dolore.
Questi precetti, qui riportati nella traduzione di Fulvio Gherli, sono tratti dal trattatello in versi latini del XIII secolo “La regola sanitaria salernitana”. Essi mostrano che in quella scuola si intendeva la medicina come……. (UNA caratterizzazione NON È GIUSTIFICATA dal testo)

A) studio delle proprietà terapeutiche delle erbe

B) studio del corpo umano e della sua conformazione

C) pratica di piccoli interventi, come il salasso

D) attenzione al dolore e pratiche volte ad attenuarlo

E) precetti igienici volti alla prevenzione delle malattie



29. Indicazioni: asma bronchiale, crisi asmatica, bronchite con marcata componente broncospastica.
Effetti indesiderati: cefalea, vertigine, tremore, insonnia, agitazione, disorientamento, allucinazioni, convulsioni. Nausea, vomito, epigastralgie.
Prescrivere - Il nuovo prontuario terapeutico
Le caratteristiche del prodotto in questione consigliano di EVITARE la somministrazione IN TUTTE le seguenti condizioni ECCETTO UNA:

A) ematuria

B) difficoltà di digestione

C) difficoltà a prender sonno

D) scarsa capacità di orientarsi

E) tendenza a dolori di testa



30. Individuare il termine anomalo:

A) politeismo

B) politecnico

C) polimorfo

D) politico

E) poligamo



31. LA TELA DI PENELOPE, O CHI INGANNA CHI
Si crede che, molti anni fa, vivesse in Grecia un uomo ingegnoso chiamato Ulisse il quale, nonostante fosse abbastanza saggio, era molto astuto. Egli era sposato con Penelope, donna bella e coscienziosa, il cui unico difetto era una smisurata passione per la tessitura, abitudine grazie alla quale poteva trascorrere da sola lunghi periodi.
Dice la leggenda che ogni volta che Ulisse, con la sua astuzia, aveva il dubbio che, sebbene glielo proibisse ripetutamente, lei si accingesse ad iniziare un’ennesima volta una delle sue interminabili tele, lo si poteva vedere di notte preparare alla chetichella gli stivali ed una buona barca e poi, senza che lei ne sapesse nulla, se ne andava a girare il mondo e a cercare se stesso.
In questo modo lei riusciva e tenerlo lontano mentre civettava con i suoi pretendenti, facendo credere loro che tesseva perchè Ulisse viaggiava, e non che Ulisse viaggiava perchè lei potesse tessere, come immaginava Omero che però, come si sa, a volte sembrava che davvero dormisse e non si accorgesse di nulla.
Augusto Monterroso: da La pecora nera e altre favole, Sellerio
Questa rilettura del mito è fatta:

A) in chiave antifemminista

B) in una prospettiva storica

C) in chiave ironica

D) in una prospettiva epicurea

E) in tono polemico



32.

Piove su le tamerici
Salmastre ed arse,
piove su i pini
scagliosi ed irti,
piove su i mirti
divini,

 (Da La pioggia nel pineto di G. D’Annunzio)

Le parole sottolineate danno luogo ad una delle figure retoriche sotto elencate: 


A) anafora

B) ossimoro

C) allegoria

D) metafora

E) sinestesia



33. In quale delle seguenti categorie di beni la scienza economica classificherebbe lo stetoscopio?

A) Beni durevoli

B) Beni non durevoli

C) Beni strumentali

D) Beni complementari

E) Beni succedanei



34. Se è vero che «non tutti i mali vengono per nuocere», sarà necessariamente vera anche UNA delle affermazioni seguenti:

A) qualche male non viene per nuocere

B) i mali non nuocciono

C) quelli che nuocciono non sono mali

D) se non vengono per nuocere non sono mali

E) se sono mali non vengono per nuocere



35.

Sul Corriere della sera è stata pubblicata la notizia che su Internet grandi motori di ricerca stanno mettendo a nostra disposizione milioni di libri e ci si domandava se questo avrebbe comportato la scomparsa delle biblioteche a cui siamo abituati da secoli. [...] Ma il vero grande pericolo di questa trasformazione mi sembra un altro: [...] Chi farà la scelta? Quali criteri seguirà nel prendere e nello scartare?
Alcune previsioni è facile farle. La storia è sempre stata scritta da chi ha il dominio politico, culturale e tecnologico. Egli ha imposto la sua lingua e la sua visione del mondo. [...] Oggi chi deciderà cosa è importante leggere e che cosa non lo è? Coloro che dominano la cultura mondiale con la loro potenza e con la loro lingua: gli anglosassoni. [...] Questo e non altro è il pericolo. La perdita di tutto ciò che è diverso, deviante, non capito, non visto, rifiutato. Perciò io dico ai governi, agli studiosi di tutti i paesi del mondo: per favore, salvate il nostro passato. [...] Lottate per inserire nella grande biblioteca tutto ciò che potete del vostro patrimonio nazionale, nella lingua originale. Tutto, non solo quello che vi pare buono e quello che vi pare cattivo ora. Perché saranno gli storici, gli studiosi, gli uomini del futuro a decidere cosa era o non era importante. La Chiesa cattolica medioevale non avrebbe messo il Corano tra i libri da salvare e oggi gli integralisti islamici non vi metterebbero la Divina Commedia. [ ... ] Francesco Alberoni

Le enunciazioni di principio qui riportate sono tutte alla base del discorso di Alberoni, ECCETTO UNA. Individuatela: 


A) sbaglia chi si ostina a conservare il maggior numero possibile di opere: in ogni cultura ci sono cose che meritano di essere dimenticate per sempre

B) sono sempre stati i vincitori, i detentori del potere a scrivere la storia

C) l’uso di nuovi mezzi di comunicazione comporta, come ogni novità, dei rischi di cui è bene tener conto

D) la difesa della propria lingua non è un atto di superbia nazionalistica, ma un dovere nei confronti dei posteri

E) in ogni cultura ci possono essere elementi preziosi, e non sempre i migliori giudici in merito sono i contemporanei



36. Il cinema è un'arma magnifica per esprimere il mondo dei sogni, delle emozioni, dell'istinto. Il meccanismo creatore delle immagini cinematografiche è, per il suo stesso funzionamento, quello che ricorda meglio, tra tutti i mezzi d'espressione umana, l'attività dello spirito durante il sogno (...) le immagini appaiono e scompaiono come nel sogno grazie a "dissolvenze"; il tempo e lo spazio diventano flessibili, si allargano o restringono a volontà.
(L. Buñuel, Gli argomenti umani)
Dal brano, secondo l’autore, si evince che il cinema:

A) riesce a rappresentare il mondo dei sogni mediante immagini e scene irreali che producono emozioni a livello istintuale

B) si avvicina di più delle altre arti al mondo dello spirito per l'immaterialità e i mezzi di cui si
avvale


C) è un'arte istintuale come dimostrano le alterazioni nella successione delle immagini e nel
concetto di tempo e di spazio


D) è l'arte della "dissolvenza" in quanto privilegia immagini fluttuanti e soluzioni spaziali e
temporali immaginarie


E) grazie alla possibilità di dissolvere le immagini o di montarle in sequenze che superano lo
spazio e il tempo è l'arte più vicina al sogno




37.

Molto frequenti, soprattutto nelle donne, che in un 20 - 30% ne soffrono almeno una volta nella vita, le infezioni urinarie costituiscono un gruppo complesso di situazioni patologiche.
Talora isolate, ma non di rado recidivanti o persistenti, sono spesso asintomatiche. Anche se
sono sintomatiche e molto fastidiose, sono in genere prive di reale importanza clinica: nella
maggioranza dei casi l'infezione resta confinata alla vescica, senza conseguenze importanti per l'organismo.
Ma questa non è purtroppo la regola: per quanto in una percentuale di casi ridotta, possono
infatti essere gravi, sino a richiedere un ricovero ospedaliero. In casi sfortunati può essere
interessato il rene, con infezioni acute o croniche che possono causare danni irreversibili.
Nel soggetto sano, le urine prelevate direttamente dalla vescica non contengono batteri. Durante la minzione spontanea avviene in genere una contaminazione delle urine, principalmente per contatto con le mucose del tratto più distale dell'uretra, canale che collega la vescica con l'esterno, e che è fisiologicamente colonizzata da batteri.
La presenza di batteri nelle urine non è quindi sufficiente a far porre diagnosi di infezione
urinaria. Nella pratica medica, per superare questo ostacolo, importante soprattutto nei casi
asintomatici, si ricorre d'abitudine al cosiddetto conteggio batterico, in grado di discriminare
contaminazione e batteriurie di reale significato clinico. In base ad un'ampia e consolidata
esperienza si ritiene che, di massima, possa essere significativa la presenza di almeno 100.000 batteri per millimetro cubo di urina.

Delle seguenti affermazioni UNA SOLA È IN ACCORDO con quanto espressamente
riferito nel testo: 


A) le infezioni urinarie interessano solo marginalmente gli uomini

B) per accertare la presenza di batteri nelle urine bisogna procedere al loro diretto prelievo
dalla vescica


C) nonostante i progressi della medicina le infezioni urinarie continuano a costituire un
problema di difficile soluzione


D) la diagnosi di infezione urinaria è sempre affidata ai risultati di esami di laboratorio

E) l'elevata frequenza delle recidive delle infezioni urinarie è un segno che gli antibiotici ora
disponibili non sono efficaci contro di esse




38. Quale dei seguenti personaggi, famosi per le loro imprese delittuose, è invenzione esclusivamente letteraria?

A) Arsenio Lupin

B) Jack lo Squartatore

C) Landru

D) Salvatore Giuliano

E) Conte Dracula



39.
Quali scienziati hanno per primi dimostrato che il DNA costituisce il materiale genetico?

A) Avery, MacLeod e MacCarty che, ripetendo gli esperimenti di Griffith sulla trasformazione batterica, definirono chimicamente il fattore responsabile di tale trasformazione


B) Mendel con i suoi celebri esperimenti sul pisello


C) Sutton e Morgan che studiarono la meiosi e i cromosomi sessuali della Drosophila

D) Meselson e Stahl che dimostrarono la duplicazione semiconservativa del DNA

E) Watson e Crick che fornirono un modello della struttura del DNA



40. UNA sola delle seguenti affermazioni È VERA:

A) Umberto Saba è nato a Gorizia come Ettore Schmitz

B) Umberto Saba visse a Trieste e lì conobbe il dottor Freud

C) Umberto Saba nei suoi viaggi conobbe James Joyce e fu da lui apprezzato

D) Umberto Saba, che si chiamava in realtà Umberto Poli, nacque a Trieste

E) Umberto Saba a Trieste imparò l’inglese da Joyce insieme con Italo Svevo





Test di Biologia


41. Il fatto che l'ossigeno si leghi o si separi dall'emoglobina dipende dalla pressione
parziale dell'ossigeno nel plasma. pertanto nei capillari alveolari:

A) la pressione dell'ossigeno è bassa

B) l'ossigeno si lega all'emoglobina

C) l'ossigeno si separa dall'emoglobina

D) l'ossigeno diffonde nei tessuti

E) l'emoglobina lega una molecola di ossigeno



42. Arrivando in teleferica a quote superiori a 2500 metri di altitudine, un individuo è soggetto a iperventilazione. Ciò perché:

A) l’ossigeno non può sciogliersi nel sangue

B) la pressione parziale dell’ossigeno è maggiore

C) la quantità di CO2 è maggiore

D) la pressione parziale dell’ossigeno è minore

E) la CO2 non si stacca dall’emoglobina



43.  In seguito a divisione meiotica una cellula con 16 cromosomi dara'  luogo a cellule con:

A) 4 cromosomi

B) 16 cromosomi

C) 2 cromosomi

D) 32 cromosomi

E) 8 cromosomi




44. In una razza di cani il carattere “assenza di pelo” è dovuto al genotipo eterozigote Hh. I cani con pelo normale sono omozigoti recessivi (hh); il genotipo omozigote dominante (HH) è letale e gli individui nascono morti. Dall’incrocio tra due cani mancanti di pelo, con quale frequenza si hanno cuccioli mancanti di pelo, sul totale dei cuccioli nati vivi?

A) 2/3

B) 1/3

C) Tutti a pelo normale

D) Tutti mancanti di pelo

E) Nessuno mancante di pelo



45. Quale struttura svolge una funzione diversa nelle cellule animali e vegetali?

A) Mitocondri

B) Vacuoli

C) Ribosomi

D) Membrana cellulare

E) Nucleo



46. In rapporto allo studio delle cellule viventi, due sono i campi di indagine tradizionalmente chiamati in causa: la......... (che studia il modo in cui le cellule di un organismo vivente manipolano l'energia e piu' in particolare il modo in cui l'ATP - cioè il trifosfato di adenosina, che è appunto la molecola dell'energia - viene sintetizzato) e il trasporto degli ioni (soprattutto dei cationi, cioe' degli ioni di carica positiva). Un tempo i due campi erano ritenuti distinti, ma oggi appare evidente che il loro oggetto di indagine è lo stesso. Il movimento dei cationi attraverso le membrane delle cellule e' infatti un processo collegato alla dinamica energetica dell'organismo e al modo in cui le cellule viventi controllano l'energia del corpo. Qual'è la disciplina di cui si tratta nel brano?

A) Biochimica

B) Biogenetica

C) Bioenergetica

D) Biologia

E) Embriologia



47. La soluzione salina fisiologica è una soluzione allo 0,90% di NaCl. Un eritrocita posto in una soluzione allo 0,5% di Na Cl:

A) diventa ipertonico

B) acquista NaCl

C) perde acqua

D) subisce emolisi

E) subisce un raggrinzimento



48. Per anamnesi si intende:

A) la raccolta dei dati fisiologici, patologici ed ereditari di un paziente

B) il riconoscimento di una precisa malattia

C) l’insieme delle cure prescritte all’insorgere di una malattia

D) il decorso normale di una malattia

E) la diminuzione patologica della memoria in un paziente anziano



49. Il rigetto acuto degli organi trapiantati è nella maggior parte dei casi diretta conseguenza:

A) Dei farmaci usati durante e dopo l’intervento chirurgico

B) Dell’insuccesso dell’intervento chirurgico

C) Della risposta immunitaria aspecifica

D) Della risposta immunitaria anticorpale

E) Della risposta immunitaria cellulo-mediata



50. La struttura dell’occhio utile a mettere a fuoco gli oggetti è:

A) i coni e bastoncelli

B) l’iride

C) la retina

D) il cristallino

E) la cornea



51.
Spesso, dopo una lunga corsa affaticante, si sente un dolore acuto al fianco e si dice: “mi fa male la milza”.
Questa espressione può indicare che:


A) la milza è stata fortemente sollecitata a produrre nuovi globuli rossi e ad eliminare quelli vecchi


B) il muscolo della milza è stato sottoposto ad uno sforzo di contrazione troppo intenso

C) la milza è stata impegnata per un tempo eccessivo ad eliminare l’anidride carbonica

D) la milza non ha ricevuto sufficiente sangue durante la contrazione dei muscoli motori

E) durante le contrazioni muscolari intense le funzioni della milza si bloccano



52. La cromatina e':

A) un pigmento fotosintetico

B) un pigmento della pelle

C) un pigmento dell’iride

D) un filamento contrattile dei muscoli

E) DNA despiralizzato



53.
Mi metto sotto l’acqua della doccia senza sapere che lo scaldabagno non funziona. Quali di questi processi fisiologici NON avverrà?

A) I vasi sanguigni sotto la pelle si dilatano

B) Vengono secreti ormoni che elevano il metabolismo basale

C) I vasi sanguigni sotto la pelle si restringono

D) Brividi di freddo corrono lungo tutto il corpo

E) Si innalza se pur lievemente la pressione sanguigna



54. L’immunità attiva artificiale per una determinata malattia si ottiene:

A) sottoponendo l’individuo a vaccinazione

B) isolando l’individuo dal contatto con i portatori della malattia

C) sottoponendo l’individuo a sieroprofilassi

D) esponendo l’individuo all’infezione

E) somministrando antibiotici all’individuo



55. Il sistema escretore regola:

A) l’assorbimento delle sostanze alimentari

B) la concentrazione di acqua nei tessuti corporei

C) la demolizione delle molecole complesse

D) l’eliminazione delle molecole non digerite

E) la liberazione dei gas prodotti nella digestione



56. Il parassita Plasmodium falciparum, agente della malaria, è:

A) un insetto del genere Anopheles

B) un protozoo

C) un batterio

D) un virus

E) un fungo Ascomicete



57. Per misurare la pressione arteriosa è necessario:

A) il barometro

B) il podometro

C) lo sfigmomanometro

D) lo stetoscopio

E) il caleidoscopio



58. È possibile contare con maggior facilità il numero di cromosomi quando:

A) la cellula è in riposo

B) la cellula è metabolicamente attiva

C) la cellula è in metafase

D) la cellula è in telofase

E) la cellula è all'inizio dell'interfase






Test di Chimica


59. Aumentando la pressione esterna su di un liquido, il punto di ebollizione di quest’ultimo:

A) si innalza

B) si abbassa

C) resta invariato

D) varia con il quadrato della variazione della pressione

E) si dimezza



60. Indicare in quale dei seguenti composti e' contenuto il maggior numero di atomi di
ossigeno

A) alcool bivalente

B) alcool trivalente

C) etere semplice

D) acido bicarbossilico

E) dichetone



61. Indicare quale dei seguenti elementi NON è di transizione:

A) As

B) Zn

C) Fe

D) Cu

E) Cr



62. Solo una delle seguenti affermazioni è ERRATA. Quale?

A) Lo ione fluoruro è la base coniugata di HF

B) HCOOH è l'acido coniugato della base formiato

C) Lo ione solfato è la base coniugata dell'acido solforico

D) Lo ione carbonato è la base coniugata dello ione idrogenocarbonato

E) L'acqua è la base coniugata dello ione idronio



63. L'ozono

A) è costituito da molecole monoatomiche

B) è un riducente assai energico

C) è una forma allotropica dell'elemento ossigeno

D) è costituito da molecole biatomiche

E) è un isotopo dell'elemento ossigeno



64. Durante la fusione di un corpo che si trova allo stato solido quale delle seguenti grandezze del sistema non cambia?


A) La temperatura

B) L’energia termica

C) La velocità media con cui si muovono le sue particelle

D) Il volume

E) La densità



65. “L’entropia può essere considerata una misura del disordine di un sistema. In generale si osserva che i sistemi tendono ad assumere spontaneamente le disposizioni più probabili, e quindi meno ordinate”.
Quale delle seguenti affermazioni PUO’ essere dedotta dalla lettura del brano precedente?

A) L’entropia di un sistema tende spontaneamente ad aumentare

B) E’ più probabile una disposizione ordinata rispetto a una disordinata

C) L’entropia di un sistema deve comunque rimanere costante

D) L’entropia di un sistema tende spontaneamente a diminuire

E) Tutti i sistemi sono estremamente disordinati



66. Si definiscono isomeri, composti …

A) che hanno la stessa formula molecolare e diversa disposizione nello spazio

B) con diversa formula molecolare ma stessa disposizione nello spazio

C) che appartengono alla stessa serie omologa

D) che hanno gli stessi punti di fusione

E) che non appartengono alla stessa serie omologa



67. Solo una delle seguenti affermazioni è ERRATA. Quale?

A) Lo ione fluoruro è la base coniugata di HF

B) HCOOH è l'acido coniugato della base formiato

C) Lo ione solfato è la base coniugata dell'acido solforico

D) Lo ione carbonato è la base coniugata dello ione idrogenocarbonato

E) L'acqua è la base coniugata dello ione idronio



68. Solo una delle seguenti affermazioni riguardanti il calcio NON è CORRETTA. Quale?

A) Il simbolo del calcio è Ca

B) Il calcio appartiene con il bario allo stesso gruppo del sistema periodico

C) Il calcio è un elemento del II gruppo del sistema periodico

D) Il calcio ha due elettroni di valenza

E) Il calcio è un metallo alcalino



69. Quale dei seguenti composti possiede nella molecola non più di un atomo di ossigeno?

A) alcol etilico

B) glicole

C) acido acetico

D) diidrossichetone

E) dialdeide





Test di Fisica e Matematica


70. Il "micro" è un prefisso che indica un sottomultiplo dell'unità uguale a:

A) un decimo

B) un miliardesimo

C) un milionesimo

D) un millesimo

E) un centimilionesimo



71. A causa del metabolismo umano, un adulto di media statura che entri in una stanza adiabatica, cioè isolata come un calorimetro, equivale mediamente ad una stufetta da 80 watt (se resta a riposo, come ipotizziamo). Dopo una permanenza di 4186 secondi:

A) saranno state prodotte 80 kcal

B) la temperatura dell’aria sarà salita di 8 gradi centigradi

C) saranno state prodotte 80/4186 kcal

D) saranno state prodotte 80 kjoule di calore

E) la temperatura dell’adulto sarà scesa di 80/4,18 gradi centigradi



72. L'equazione di secondo grado: ax2 + b=0 ha radici reali quando:

A) a<0 e qualunque sia il segno di b

B) b<0 e qualunque sia il segno di a

C) a e b sono entrambi positivi

D) a e b hanno segni opposti

E) a e b sono entrambi negativi



73. Sia dato un corpo in moto rettilineo a cui viene applicata per 10 s una forza 100 N agente lungo la traiettoria e che si oppone al moto per una distanza di 2 m. La potenza sviluppata dalla forza è uguale a:

A) 5 W

B) 20 W

C) 2 kW

D) 200 W

E) 500 W



74. L ’uomo galleggia facilmente in acqua: basta che trattenga il fiato (a fine inspirazione) o si muova leggermente. Questo è dovuto al fatto che la densità media dell’uomo in unità del sistema C.G.S. è circa uguale a:

A) 1000

B) 1

C) 100

D) 10

E) 0.1



75. Con riferimento al lavoro L = F·s di una forza F il cui punto di applicazione si sposta di s possiamo dire:

A) L non può essere mai nullo

B) L è massimo se F ed s sono paralleli e discordi

C) L è nullo se F ed s sono ortogonali

D) L non può essere mai negativo

E) L è nullo se F ed s sono paralleli



76.
Le ampiezze degli angoli di un quadrilatero sono proporzionali ai numeri 3, 5, 6 e 10. Quale delle seguenti quaterne rappresenta le ampiezze dei quattro angoli del quadrilatero?


A) 45° 75° 90° 150°

B) 48° 72° 108° 132°

C) 48° 78° 90° 144°

D) 30° 50° 60° 220°

E) 36° 75° 108° 144°



77. Quali dei seguenti gruppi di unità contiene SOLO unità di misura della grandezza “pressione”?

A) Millimetro di mercurio, pascal, watt, atmosfera

B) Pascal, newton/(metro quadro), bar, ettopascal

C) Pascal, centimetro d’acqua, watt, atmosfera

D) Kilojoule, kilowattora, kilowatt, kilopascal

E) Millilitro, millipascal, millijoule, milliwatt



78. Intorno ad un filo metallico percorso da corrente elettrica si stabilisce:

A) un campo magnetico

B) un campo elettrico

C) un campo gravitazionale

D) un campo di etere

E) una differenza di potenziale elettrico



79. Il vettore «accelerazione di gravità g», in ogni punto della superficie terrestre:

A) esprime la sola direzione del campo gravitazionale

B) esprime la sola intensità del campo gravitazionale

C) non ha nessuna relazione con il campo gravitazionale

D) esprime l’intensità, la direzione e il verso del campo gravitazionale

E) esprime il rapporto costante tra forza gravitazionale e volume del corpo



80. Il chilowattora misura una:

A) resistenza

B) differenza di potenziale (talora chiamata tensione)

C) energia

D) intensità di corrente

E) potenza









           Informativa Cookie