SIMULAZIONE COMPLETA (80 quiz)


Test di Cultura generale e Ragionamento logico


1.

Il più pittoresco paese della valle della Torretta è Sant'Ignazio, un comune i cui abitanti, senza contare i turisti che lo affollano nella stagione estiva, sono seicentodieci, 64 dei quali in età scolare, tra i 6 ed i 14 anni. Nel paese sono stranamente numerose le persone con i capelli rossi, e la maggior parte di questi ragazzi ha appunto capigliatura fiammeggiante, naso piccolo, carnagione chiara ed efelidi sparse, così che chi li osserva in gruppo, nel campo sportivo o nella chiesa dalle vetrate policrome, ha talora l'impressione di trovarsi davanti ad un quadro fiammingo.
Il parroco del paese, don Sebastiano, è appassionato di musica, suona il modesto armonium della chiesa con competenza ed ha istituito un coro in cui canta più della metà dei ragazzi che frequentano la scuola. Sotto la sua guida i giovani hanno imparato ad eseguire correttamente, accanto agli inni liturgici più semplici e noti, composizioni polifoniche abbastanza complesse che attirano alla messa domenicale in Sant'Ignazio i melomani della colonia bavarese, tradizionalmente ospite estiva della vallata.

Tra le note esplicative del testo, UNA È SCORRETTA:


A) efelidi: macchie della pelle, dovute all'esposizione al sole

B) liturgici: che appartengono ad un rituale religioso

C) fiammingo: di interno illuminato da luce proveniente da una fiamma

D) melomani: amanti della musica, in particolare del canto

E) polifoniche: a più voci variamente armonizzate



2. Individuate la coppia in cui il rapporto tra i due personaggi e' anomalo rispetto agli altri quattro

A) Ettore/ Achille

B) Enea/Turno

C) Eteocle/Polinice

D) Castore/Polluce

E) Oreste/Egisto



3. Se è vero che «tutti gli intellettuali sono interlocutori noiosi», sarà necessariamente VERA anche UNA delle affermazioni seguenti:

A) alcuni interlocutori noiosi sono intellettuali

B) tutti gli interlocutori sono intellettuali noiosi

C) nessun interlocutore noioso è intellettuale

D) tutti i noiosi sono intellettuali

E) tutti gli interlocutori sono noiosi



4. Dai medici scrittori agli scrittori che raccontano di medici, la letteratura del novecento offre una serie di esempi affascinanti: Il Maestro e Margherita del medico Bulgakov, La storia di San Michele del rocambolesco medico Axel Munthe, Il dottor Zivago di Pasternak, nel quale il carattere ed il comportamento del  protagonista sono costantemente connessi alla sua formazione ed al suo status di medico, la Peste di Camus, di cui è protagonista un archetipo di medico umano e umanista, sono i testi consigliati in un esperimento di introduzione della letteratura nelle facoltà di Medicina, in analogia con quanto già si fa in molte facoltà del mondo anglosassone.
Delle motivazioni suggerite in merito alla proposta didattica riportata UNA NON È ACCETTABILE in quanto contiene un'affermazione senza fondamento nella formulazione citata e comunque falsa:

A) è bene che lo studente comprenda che l’immagine del medico ed il suo ruolo nella società
sono profondamente cambiati nel mondo moderno, e suscitano attese e interessi del tutto
nuovi; i medici-scrittori e i medici-protagonisti di opere di narrativa compaiono infatti solo nel
XX secolo


B) è certamente proficuo verificare come, anche in paesi diversi per lingua e tradizione, l’interesse per il malato, proprio del medico, si accompagni felicemente all’interesse per l’uomo, proprio dello scrittore, come dimostrano il russo Bulgakov e lo svedese (italiano di elezione) Axel Munthe

C) la lettura di romanzi, il cui protagonista è un medico, può dare un’idea del modo in cui questa
professione è vista dal pubblico e di ciò che ci si aspetta da chi la pratica


D) alcune università anglosassoni propongono la lettura di opere di narrativa scritte da medici come esempi di un’interpretazione della realtà connessa con lo status professionale

E) la proposta di lettura di opere i cui protagonisti sono caratterizzati, nel bene e nel male, dalla
loro condizione di medici, può essere motivo, oltre che di arricchimento culturale, anche di riflessione professionale




5. Alcuni libri (...) ci accompagnano per anni, per la vita, ed il perché ne è chiaro, accessibile, facile ad esprimersi in parole: fra questi, con reverenza ed amore, oso citare Gargantua e Pantagruel, opera colossale ma unica di Rabelais, «mon maitre». È noto lo strano destino del libro: nato dall'amor di vita e dagli ozi colti di Rabelais, monaco, medico, filologo, viaggiatore ed umanista, cresce e prolifera con assoluta mancanza di piano per quasi vent'anni e per più di mille pagine, accumulando le invenzioni più strabilianti in piena libertà fantastica, per metà robusta buffonata epico-popolare, per metà intriso della vigorosa e vigile consapevolezza morale di un grande spirito del Rinascimento. Ad ogni foglio si incontrano, audacemente accostate, scurrilità geniali, o ribalde, o melense , ed insieme citazioni (autentiche e non, quasi tutte fatte a memoria) da testi latini, greci, arabi, ebraici; dignitose e sonanti esercitazioni oratorie; sottilità aristoteliche da cui si diparte una risata da gigante, altre sottoscritte ed avallate con la buona fede dell'uomo di vita pura. (...)
...i due giganti non sono soltanto montagne di carne, assurdi bevitori e mangiatori: insieme, e paradossalmente, essi sono gli epigoni legittimi dei giganti che mossero guerra a Giove, (...) e sono ad un tempo principi illuminati e filosofi gioiosi. Nel gran respiro e nel gran riso di Pantagruele è racchiuso il sogno del secolo (...) Basta che lo vogliate, ed il mondo sarà vostro: bastano l'educazione, la giustizia, la scienza, l'arte, le leggi, l'esempio degli antichi. Dio esiste, ma nei cieli: l'uomo è libero, non predestinato, è «faber sui», e deve e può dominare la terra, dono divino. Perciò il mondo è bello, è pieno di gioia, non domani ma oggi: poiché ad ognuno sono dischiuse le gioie illustri della virtù e della conoscenza, ed anche le gioie corpulente, dono divino anch'esse, delle tavole vertiginosamente imbandite, delle bevute «teologali», della venere instancabile. Amare gli uomini vuol dire amarli quali sono, corpo ed anima, “tripes et boyaux” (trippa e budella )”. (...)
Come si concilia questa dottrina intemperante, pagana, terrena, col messaggio evangelico, mai negato né dimenticato dal pastore d'anime Rabelais? Non si concilia affatto: anche questo è proprio della condizione umana, di essere sospesi fra il fango e il cielo, fra il nulla e l'infinito.
La vita stessa di Rabelais, per quanto se ne sa, è un intrico di contraddizioni, un turbine di attività apparentemente incompatibili fra loro e con l'immagine dell'autore che radizionalmente si ricostruisce dai suoi scritti.
Monaco francescano, poi (a quarant'anni) studente in medicina e medico all'ospedale di Lione, editore di libri scientifici e di almanacchi popolari, studioso di giurisprudenza, di greco, d'arabo e d'ebraico, viaggiatore instancabile, astrologo, botanico, archeologo, amico di Erasmo, precursore di Vesalio nello studio dell'anatomia sul cadavere umano; scrittore fra i più liberi, è simultaneamente curato di Meudon, e gode per tutta la sua vita della fama di uomo pio ed intemerato; tuttavia lascia di se stesso (deliberatamente, si direbbe) il ritratto di un sileno, se non di un satiro. (...)
Perché Rabelais ci è vicino? (...) Ci è vicino, principalmente, perché in questo smisurato pittore di gioie terrene si percepisce la consapevolezza permanente, ferma, maturata attraverso molte esperienze, che la vita non è tutta qui.
In tutta la sua opera sarebbe difficile trovare una sola pagina melanconica, eppure Rabelais conosce la miseria umana; la tace perché, buon medico anche quando scrive, non l'accetta, la vuole guarire:
Mieux est de ris que de larmes escrire (è meglio scrivere del riso che delle lacrime)
Pour ce que rire est le propre de l'homme. (perché il riso è proprio dell’uomo)
Primo Levi, L’altrui mestiere: François Rabelais
UNO dei giudizi sull’opera di Rabelais qui elencati NON È CONFORME a quanto ci dice
Primo Levi. Quale?

A) I due smisurati giganti, Gargantua e Pantagruel, oltre ad una illimitata capacità di ridere e di godere, mostrano una profonda fiducia nella libertà dell’uomo e nella sua possibilità di dominare la terra

B) Nonostante i suoi interessi fossero rivolti a discipline rigorosamente razionali, come la
filologia, la botanica e la medicina, Rabelais ha composto un’opera di eccezionale libertà
fantastica


C) Le gioie terrene sono celebrate nell’opera di Rabelais con entusiasmo, senza che le turbi
la consapevolezza della miseria umana anche se egli, come medico, ben la conosce


D) I toni vari e gli argomenti più disparati nell’opera di Rabelais non generano confusione,
ma si compongono in un ordine intelligente e armonico che è espressione dell’ordine del
creato


E) Non c’è in Rabelais la pretesa di conciliare tra loro le tensione al divino e l’amore per i
piaceri terreni della carne e dello spirito che coesistono negli uomini




6. «[...] Non nobile, non ricco, coraggioso ancor meno, s’era dunque accorto [...] d’essere, in quella società, come un vaso di terra cotta, costretto a viaggiare in compagnia di molti vasi di ferro.»
Chi è il vaso di terra cotta cui si riferiscono queste espressioni di A. Manzoni?

A) Conte Zio

B) Adelchi

C) Fra Cristoforo

D) Il Conte di Carmagnola

E) Don Abbondio



7. “Chiunque scriva di storia è necessariamente obbligato a scegliere solo una piccola quantità delle testimonianze disponibili, e se questo viene fatto con onestà, si tratta di una prassi tanto ineccepibile quanto inevitabile. La necessità di semplificare ci ricorda tuttavia che la falsificazione si ottiene più facilmente attraverso le omissioni anziché per esplicite affermazioni. L’interpretazione del passato implicherà sempre una semplificazione, talvolta anche un eccesso di semplificazione (e di conseguenza la distorsione), ma esiste comunque una garanzia nel fatto che in seguito altri storici potrebbero criticare qualunque interpretazione non tenga conto di testimonianze pertinenti in grado di offrire una differente versione dei fatti”.
Denis Mack Smith, La storia manipolata
UNA SOLA delle seguenti considerazioni È in sintonia con quanto osserva Smith nel testo
riportato:

A) pronunciare giudizi semplificatori può essere meno disonesto che passar sotto silenzio e
omettere testimonianze


B) operare delle semplificazioni nella ricostruzione degli eventi è per uno storico un arbitrio
inammissibile e un atteggiamento disonesto


C) lo storico ha il dovere di essere obiettivo nei giudizi e di non tralasciare nessun documento
sull’argomento di cui si occupa


D) la distorsione degli eventi viene comunque sempre corretta da storici successivi, in possesso di altre testimonianze

E) la prassi di attenersi ad una parte soltanto della documentazione disponibile è sempre disonesta e va contrastata in ogni modo



8. Intervenendo alla Conferenza di pace di Parigi il 10 agosto 1946, ______?______ ricostruiva il percorso dell’Italia antifascista. Di chi si parla qui?

A) Pietro Badoglio

B) Luigi Einaudi

C) Alcide De Gasperi

D) Ferruccio Parri

E) Enrico De Nicola



9. Quale di questi personaggi è fuori luogo?

A) Wilson

B) Roosevelt

C) Churchill

D) Eisenhower

E) Ford



10. Quale tra i seguenti importanti restauri, di cui hanno ampiamente parlato i mass media, è stato l’ULTIMO COMPLETATO?

A) Il Cenacolo di Leonardo (Milano)

B) La leggenda della vera croce di Piero della Francesca (Arezzo)

C) La cappella degli Scrovegni (Padova)

D) La cappella Sistina (Roma)

E) Villa Valmarana (Vicenza)



11. Quale dei seguenti NON è il nome di un vulcano?

A) Annapurna

B) Kilawuea

C) Etna

D) Krakatoa

E) Pelé



12. “ ... volete un esempio che ha il vantaggio di essere oltre che attuale anche più didattico? La storia di un campo di prigionia è un coacervo di storie individuali non molto interessanti, storie di ognuno e di ogni giorno, esili fili d’acqua, un succedersi di atti e di pensieri difficili da ricostruire, anche se c’è chi tiene un giornale di bordo. È anche la storia di piccoli eventi “pubblici”: un’evasione, una disputa, una diceria. Anche in questo caso sarà difficile fare veramente luce sui fatti: tante teste tanti pareri, tanti testimoni tante versioni. Provate a immaginare le difficoltà per stabilire il giorno, l’ora, e il luogo, le precise responsabilità. Facilissimo, invece, ricostruirne la storia collettiva, le condizioni di vita materiali, i diversi periodi della vita morale del gruppo: periodi che si susseguono e, come tutti sappiamo, non si rassomigliano. ( ... ) Al di là dell’evenemenziale, al di là dell’individuale è la storia dei gruppi ad offrirci un solido terreno di ricerca. In questa direzione dobbiamo convogliare i nostri sforzi.”
da Fernand Braudel, Storia, misura del mondo
Di che cosa, a rigor di logica, può essere un esempio questa riflessione di Braudel? (INDICATE L’IPOTESI che NON ha relazione con il testo)

A) Del fatto che la storia è molto meno congetturale quando prende in esame i gruppi e il ripetersi degli avvenimenti

B) Del fatto che non è sui singoli, sia pur rilevanti, avvenimenti che si fonda una attendibile
conoscenza storica


C) Del fatto che solido terreno di ricerca per lo storico è, più che la storia dell’individuale, la
storia dei gruppi


D) Del fatto che non basta studiare, ad esempio, Bismarck per capire il dramma dell’unificazione tedesca

E) Del fatto che è vana presunzione pretendere di interpretare gli eventi, se non ci si fonda su
documenti di accertata validità




13. Il comparto industriale italiano ha avuto il primo significativo sviluppo:

A) dopo l’Unità d’Italia

B) nella seconda metà del 1700

C) dopo la prima guerra mondiale

D) dopo la seconda guerra mondiale

E) nella prima metà del 1700



14. L’opera letteraria "La scomparsa di Patò" è stata scritta dall’autore:

A) Andrea Camilleri

B) Umberto Eco

C) Sebastiano Vassalli

D) Massimo Gramellini

E) Roberto Vacca



15. Il termine “apocrifo” significa:

A) falso

B) autentico

C) originale

D) antico

E) spostato



16. «Ronald E. Smith, assieme ad alcuni colleghi dell’Università di Washington [...] ha elaborato l’ipotesi che gli studenti molto ansiosi, messi in condizione di ridere durante gli esami, debbano non solo sentirsi più a loro agio, ma anche dare prestazioni più brillanti. [...]
I risultati della ricerca di Smith e collaboratori confermano l’ipotesi che l’umorismo abbia proprietà tranquillanti. Infatti, per gli studenti poco ansiosi l’aggiunta dell’umorismo [nella formulazione delle domande d’esame] non ha, praticamente, alcun effetto (è ovvio che gli spunti ridicoli non rendono la prova più facile); per gli studenti molto ansiosi, invece, si nota un netto miglioramento dei risultati, che diventano addirittura superiori a quelli dei compagni con un’ansia limitata. Concludendo: se un giovane ritiene che l’ansia possa far peggiorare il proprio rendimento in un’interrogazione o in un esame, gli sarà utile pensare a qualcosa di comico».
Mario Farné, Guarir dal ridere. La psico-biologia della battuta di spirito, Bollati Boringhieri
Si riconosca, fra le seguenti, l’UNICA notazione che R. E. Smith e collaboratori potrebbero sottoscrivere:

A) la formulazione in termini umoristici delle domande d’esame non darebbe alcun apprezzabile vantaggio a studenti poco ansiosi

B) quanto più uno studente è preda dell’ansia tanto più si rivela incapace di cogliere gli spunti umoristici dei quesiti cui è chiamato a rispondere

C) l’iniezione di modeste dosi d’umorismo potrebbe comportare distrazione e rivelarsi controproducente al fine del superamento degli esami

D) la probabilità di superare un esame cresce in misura direttamente proporzionale al livello d’ansia del candidato

E) la probabilità di superare un esame cresce in misura inversamente proporzionale al senso umoristico del candidato



17. UNA SOLA SERIE degli abbinamenti sotto elencati ricompone correttamente le coppie di
personaggi complementari:
1-don Chisciotte; 2-don Giovanni; 3-Agilulfo; 4-Tamino; 5-Gugliemo di Baskerville
a - Gurdulù; b - Papageno; c - Sancho Panza; d - Leporello; e - Adso

A) 1c – 2d – 3a – 4b – 5e

B) 1c – 2b – 3a – 4d – 5e

C) 1d – 2c – 3e – 4b – 5a

D) 1e – 2a – 3b – 4c – 5c

E) 1c – 2d – 3b – 4e – 5a



18.
Chi è il fondatore del sionismo, in quale secolo viene fondato il movimento, quando e dove si realizza il suo progetto?

A)
Il movimento sionista viene fondato dal giornalista e scrittore ungherese Theodor Herzl, che nel 1896 pubblica Lo Stato ebraico e, l’anno successivo, nel 1897, convoca a Basilea il primo Congresso sionista. Tuttavia, si dovrà attendere il 14-15 maggio del 1948 per vedere la proclamazione della nascita dello Stato d’Israele nei territori della Palestina


B) Nessuna delle altre alternative proposte

C)
Il movimento sionista nasce e si sviluppa in Francia in seguito all’affaire Dreyfus. Fondato dal giornalista francese di origine ebraica Bernard Lazare nel 1894, realizza il suo proposito di fondare uno Stato israeliano sul territorio egiziano solo nel 1967 con la guerra detta dei «sei giorni»


D)
Il movimento sionista non ha un padre fondatore in quanto nasce e si sviluppa in seguito allo sterminio degli ebrei da parte dei nazisti durante il secondo conflitto mondiale. Scopo del movimento sionista è stato quello di portare in salvo gli ebrei scampati allo sterminio e per questo fine viene fondato lo Stato d’Israele nel 1948


E)
Il movimento sionista nasce in Italia nel 1938 in seguito alla emanazione delle leggi razziali da parte del Fascismo. Il fondatore è Primo Levi che verrà in seguito deportato ad Auschwitz. Il progetto di Primo Levi era quello di salvare gli ebrei attraverso la creazione di uno Stato ebraico, progetto che si realizza nel 1948




19.
«Quanti vestiti e camicie e cravatte ci sono nel vostro armadio? Quanti divani nel vostro salotto e stoviglie nella vostra cucina? Quanti televisori e computer e stereo ed elettrodomestici in giro per la casa? E quante macchine nel vostro garage? [...] Il 95% di quello che ci serve ce lo abbiamo già. [...]
Se di questi beni ne volessimo di più, non sapremmo neanche dove metterli. [...] Ci è finito lo spazio.
Ma attenzione, solo lo spazio fisico. Quanta memoria volete nel vostro Pc e quanta banda per le vostre connessioni in rete? Quanti canali volete in televisione o varietà di voci sulla stampa? Di quanta energia volete disporre per la vostra casa e per l’ufficio? [...] Mai abbastanza. E qui, invece, di spazio ne abbiamo a dismisura. Perché [...] tutti questi beni sono immateriali. Sono bit, energia, informazioni.
[...] Stiamo parlando [...] del sintomo di un trend, in crescita vigorosa e dilagante. La crescita a due cifre del consumo è ormai diventata appannaggio dell’immateriale. O della Cina, dove alla saturazione dei beni materiali c’è un bel po’ di gente che ci deve ancora arrivare. Grande mercato, tenetelo da conto. Finché dura.»  
 
(Da Vito Di Bari, “La crescita dei beni immateriali”, IL SOLE-24 ORE, lun. 14-2-2005, p.10.)
 
UNA delle affermazioni seguenti risulta INGIUSTIFICATA alla luce di quanto affermato nel brano. La si individui:
 

A) Anteporre i beni materiali a quelli immateriali è indubbiamente riprovevole

B) La grande maggioranza dei beni materiali che ci servono li possediamo già

C) La prospettiva di una crescita a due cifre dei nostri consumi di beni materiali sembra irrealistica

D) La situazione della Cina lascia presagire una vigorosa crescita dei consumi di beni materiali

E) Possiamo aspettarci che crescano a due cifre solo i nostri consumi di beni immateriali



20. Molto frequenti, soprattutto nelle donne, che in un 20 - 30% ne soffrono almeno una volta nella vita, le infezioni urinarie costituiscono un gruppo complesso di situazioni patologiche.
Talora isolate, ma non di rado recidivanti o persistenti, sono spesso asintomatiche. Anche se
sono sintomatiche e molto fastidiose, sono in genere prive di reale importanza clinica: nella
maggioranza dei casi l'infezione resta confinata alla vescica, senza conseguenze importanti per l'organismo.
Ma questa non è purtroppo la regola: per quanto in una percentuale di casi ridotta, possono
infatti essere gravi, sino a richiedere un ricovero ospedaliero. In casi sfortunati può essere
interessato il rene, con infezioni acute o croniche che possono causare danni irreversibili.
Nel soggetto sano, le urine prelevate direttamente dalla vescica non contengono batteri. Durante la minzione spontanea avviene in genere una contaminazione delle urine, principalmente per contatto con le mucose del tratto più distale dell'uretra, canale che collega la vescica con l'esterno, e che è fisiologicamente colonizzata da batteri.
La presenza di batteri nelle urine non è quindi sufficiente a far porre diagnosi di infezione
urinaria. Nella pratica medica, per superare questo ostacolo, importante soprattutto nei casi
asintomatici, si ricorre d'abitudine al cosiddetto conteggio batterico, in grado di discriminare
contaminazione e batteriurie di reale significato clinico. In base ad un'ampia e consolidata
esperienza si ritiene che, di massima, possa essere significativa la presenza di almeno 100.000 batteri per millimetro cubo di urina.
Delle seguenti affermazioni UNA sola NON CONSEGUE con quanto riferito nel testo:

A) la presenza di un conteggio batterico di 10.000 batteri per mL non è di per sé significativo
per una diagnosi di infezione urinaria


B) il conteggio batterico è un test fondamentale per diagnosticare le infezioni urinarie

C) le urine dei soggetti sani inviate in laboratorio contengono d'abitudine un certo numero di
batteri


D) non si può porre diagnosi di infezione urinaria in assenza di sintomi clinici

E) tra i giovani le donne sono più esposte alle infezioni urinarie degli uomini



21. “Un secolo fa, nell’estate del 1901, Luigi Pirandello scelse il Piemonte per le sue vacanze: fu a
Coazze, in Val Sangone, ospite della sorella Lina che abitava a Torino. Quel paesino tra le montagne, ricco di acque e ombreggiato dai castagneti, conquistò il suo cuore di siciliano, abituato a terre arse dal sole: tanto che, arrivato a metà agosto, finì per restarvi fino a ottobre inoltrato. In questi giorni il comune di Coazze si prepara a celebrare la ricorrenza con mostre e manifestazioni.
Nel taccuino che tenne il quella lunga estate, il grande drammaturgo annotò, tra le altre cose,
l’iscrizione sul campanile della chiesa parrocchiale: ”Ognuno a suo modo”. Uno spiritoso ed
enigmatico invito alla tolleranza, legato probabilmente a qualche antica faida di paese. Sarà un caso, ma più di vent’anni dopo, per una sua opera (una delle “Maschere nude”) avrebbe scelto appunto il titolo: ”Ciascuno a suo modo”. Era il 1924, quando Qualcuno, che Pirandello ben conosceva, pretendeva che tutti facessero a modo suo, non loro. Forse non era mai passato sotto il campanile di Coazze.”
Il sole-24 ore, 13/5/2001
 
Da questo elzeviro intitolato “Il campanile che ispirò Pirandello” possiamo trarre alcune illazioni, tutte lecite ECCETTO UNA. Individuatela: 

A) La pace e il clima mite all’ombra delle montagne possono conquistare chi è nato e cresciuto in
regioni assolate


B) Per meglio comprendere l’opera dei grandi scrittori può esser utile curiosare nei loro appunti
occasionali e privati


C) Le antiche faide di paese, generalmente lunghe e sanguinose, avevano probabilmente indotto
gli abitanti di Coazze ad un autoinvito alla tolleranza


D) Un’osservazione rimasta nella memoria può suscitare, magari dopo decenni, l’invenzione di
un’intera storia, o la storia stessa la richiama alla mente e se ne riappropria


E) Il titolo della commedia di Pirandello non è certamente stato scelto a caso ma, dati gli anni,
per il suo significato polemico nei confronti del regime e di Mussolini




22.

"Pirandello, disse Per Hallstrom, segretario permanente dell'Accademia svedese, nel conferirgli il premio Nobel nel 1934, è uno scrittore notevole da molti punti di vista. Ma la cosa più straordinaria, nel suo caso, è che sia riuscito a conquistare per qualche tempo il grande pubblico e a orientare il suo interesse verso un teatro passabilmente pieno di speculazioni filosofiche. A giudicare dal pubblico del nostro Paese, è impossibile immaginare una prova di forza più difficile, perché se c’è qualche cosa che questo pubblico detesta con tutto il cuore, sono le idee pure, tutto ciò che potrebbe suscitargli inquietudini, farlo dubitare di sé e dei solidi fondamenti dell’esistenza. Può darsi che il pubblico sia un po’ meno inerte e pusillanime in altri Paesi, ma la tendenza generale dell’epoca non è di lasciarsi sedurre da sottili meditazioni. Essere riuscito a conquistare e a tenere affascinate orecchie renitenti e spesso assai lunghe, ecco una prova indiscutibile di genio, nonostante l’impiego di procedimenti da illusionista brevettato che hanno dovuto rendere sensibilmente più facile il lavoro. (...) In molti suoi drammi il tema principale è l’idea che della personalità di un uomo si fanno gli altri e l’effetto che questa personalità ne risente. Gli altri ci conoscono solo insufficientemente, come noi stessi conosciamo gli altri, ma tutti danno giudizi decisivi, ed è sotto la pressione per così dire atmosferica di questi giudizi che può essere cambiata la coscienza che uno ha di se stesso. (...)"

INDIVIDUATE la DEFINIZIONE SCORRETTA , tenendo conto del significato che assumono le parole nel discorso di Hallstrom:


A) speculazione : indagine filosofica

B) inerte : inattivo, passivo

C) pusillanime : meschino, intellettualmente pigro

D) renitente : che resiste alle sollecitazioni

E) procedimento : azione, indagine giudiziaria



23.

“Spesso il male di vivere ho incontrato:
 era il rivo strozzato che gorgoglia,
 era l’incartocciarsi della foglia
 riarsa, era il cavallo stramazzato.
 Bene non seppi, fuori del prodigio
 che schiude la divina Indifferenza:
 era la statua nella sonnolenza
 del meriggio, e la nuvola, e il falco alto levato”.

Chi è l’autore dei celebri versi citati?


A) E. Montale

B) S. Quasimodo

C) G. D’Annunzio

D) G. Ungaretti

E) G. Pascoli



24. Mecenate : Orazio = Giulio II : X
Completa correttamente la proporzione sostituendo alla x uno dei seguenti artisti.

A) X = Michelangelo

B) X = Botticelli

C) X = Bernini

D) X = Tiziano

E) X = Mantegna



25.
È famoso come poeta dialettale piemontese, ma di professione faceva il medico. Edoardo Ignazio Calvo nacque a Torino il 13 ottobre 1773, nella casa dove suo padre visitava i pazienti. Per il figlio desiderava un futuro simile. Le insistenze paterne furono tali che si iscrisse alla facoltà di Medicina e si laureò con una tesi in latino sullo scorbuto. Sebbene avesse affrontato quegli studi controvoglia, alla professione si dedicò con intelligenza e capacità; proprio mentre curava i malati di tifo nell’antica sede dell’ospedale San Giovanni
Battista, contrasse anche lui l’infezione, morendone esattamente due secoli fa.
Nonostante [ ... ] l’intensa attività letteraria (scrisse favole esopiche e satire politiche) trovò anche il tempo di scrivere un interessante lavoro scientifico a proposito di piante e animali velenosi, in cui si schierava contro le false credenze da Plinio in poi, e faceva una rassegna rapida delle testimonianze attendibili sui veleni presenti in natura.

Anna Buoncristiani, Il poeta che sperimentò il vaccino antivaiolo, Tutto Scienze-La Stampa,
28/4/2004
 
Quale delle seguenti illazioni È ERRATA in sé, o in quanto in contraddizione con le notizie fornite dal testo citato?
 

A) E. I. Calvo, costretto dal padre, ha seguito una strada in cui non ha potuto mettere a frutto le proprie doti

B) L’epoca in cui visse Calvo fu segnata dalla cultura illuminista

C) L’opera scientifica di Calvo è critica nei confronti della tradizione, conformemente ai principi  illuministici

D) E. I. Calvo morì a 31 anni di tifo

E) Nelle facoltà scientifiche tardo-settecentesche era ancora in uso la lingua latina



26. Il clima è una parola di origine:

A) greca

B) francese

C) latina

D) olandese

E) tedesca



27. Là sopra gli spalti
il principe triste
aveva di notte
incontri funesti.
Di giorno fingeva
feroce follia;
la dolce sua amata
morì tuttavia.
Infine ogni dubbio
fugò sullo zio;
vendetta decise,
morì, ma l’uccise.
A quale celebre personaggio letterario allude la filastrocca?

A) Amleto

B) Orlando

C) Faust

D) Achille

E) Don Chisciotte



28.
Valeria Messalina, sposa sedicenne dell'anziano Germanico, che diviene imperatore come Claudio I, si innamora di Mnestere, attore dalla vita libertina, poi di Gaio Silvio, con il quale congiura per deporre l'Imperatore che si trova ad Ostia. Il complotto viene sventato ed i due vengono uccisi.
Chi ha narrato tutto ciò?


A) Tucidide: Historia

B) Tacito: Annales

C) Plinio: Historia Naturalis

D) Persio: Satire

E) Cicerone: Orationes Philippicae



29. A quale delle parole sotto elencate puo' essere accostato l'aggettivo APODITTICO/A?

A) comportamento

B) fede

C) ragionamento

D) proposta

E) ipotesi



30. Alcuni dati collegano l'esposizione alla luce solare allo sviluppo di cataratta. In uno studio condotto su 2584 residenti di una zona del sud della Francia, l'esposizione alle radiazioni ambientali solari risultò essere associata a cataratte di tipo corticali e miste. L'associazione con cataratte nucleari non risultò significativa. Le cataratte subcapsulari posteriori risultarono associate significativamente ad un'esposizione professionale al sole, ma associate negativamente all'uso frequente di occhiali da sole.
Tra le seguenti considerazioni, UNA NON E' GIUSTIFICATA dal testo:

A) gli occhiali da sole scongiurano il rischio di comparsa di cataratta

B) una buona notizia per le persone che si espongono alle radiazioni solari e usano occhiali da sole!

C) dopo tanti elogi all'esposizione al sole ecco un segnale di allerta

D) l'impiego sistematico di occhiali da sole dovrebbe essere consigliato a tutti coloro che per lavoro o per diporto si espongono a lungo ai raggi solari

E) lo studio in questione è stato fatto su un'ampia popolazione di residenti in una zona molto soleggiata



31. Quale, tra le frasi seguenti, contiene un errore lessicale?

A) Nel Neolitico si diffuse la cultura dei cereali mediorientali

B) I primi agricoltori ereditarono una cultura naturalistica accumulata in migliaia di anni

C) La scoperta dell’agricoltura non cancellò il sistema economico basato sulla caccia e sulla raccolta

D) Nel Neolitico la coltivazione dei cereali mediorientali si rivelò molto redditizia

E) La coltura più diffusa nella Mezzaluna fertile era quella di 32 specie erbacee



32.

«Quando non si riesce a dimenticare, si prova a perdonare»

(da “Se questo è un Uomo”, pubblicato nel 1947)
 
L’autore del periodo riportato dal romanzo “Se questo è un Uomo” è:

A) Primo Levi

B) Dino Buzzati

C) Alberto Moravia

D) Carlo Levi


E) Carlo Cassola



33. In una certa regione il numero assoluto di soggetti che e' stato guarito da una condizione morbosa, che definiremo come U, sempre mortale se non trattata, e' molto elevato, ma varia da uno all'altro dei centri specializzati. Data l'importanza anche sociale della malattia U, il numero di questi centri e' progressivamente aumentato negli ultimi vent'anni e attualmente e' ritenuto sufficiente a trattare, secondo schemi condivisi e regolarmente aggiornati e controllati, tutti i pazienti che nella regione si ammalano della malattia in questione.
La differenza del numero assoluto dei soggetti guariti nei diversi centri e' pero' significativa, e ha probabilmente radici complesse; il testo giustifica peraltro una sola delle seguenti ipotesi esplicative:

A) il diverso anno di inizio dell'attivita' del centro

B) l'effetto di schemi terapeutici diversi

C) un differente aggiornamento dei diversi centri

D) una mancata aderenza ai protocolli di terapia da parte di alcuni centri

E) la insufficiente specializzazione di alcuni centri



34.

MAL DI TEST
«Il suo colore preferito?», chiede una delle tante domande del test. (...)
I questionari, d'ogni genere, si moltiplicano e arrivano da ogni parte; (...). Non è il caso di deplorare il fenomeno con la patetica predica sulla parcellizzazione della vita e dell'individuo nella società contemporanea; rispondere a test era un gioco non disdegnato da scrittori come Proust e Thomas Mann, che è difficile accusare di superficialità. (...) Anche se le domande sono numerose, si pensa di sbrigarle rapidamente, sia perché le risposte devono essere telegrafiche sia perché si è persuasi di avere idee, opinioni, gusti, convinzioni, amori, odi, pensieri. (...)
Ma invece, sin dai primi passi, si annaspa. Come si fa a indicare il poeta preferito? Leopardi o Baudelaire? Già in quest'alternativa c'è una violenza invadente, o forse questa è una nobile scusa per la propria irresolutezza. Anche considerando - ma è un modo per trarsi un po' d'impaccio - fuori categoria Dante o Shakespeare, come autori per i quali la definizione di poetaè troppo restrittiva, altri si affollano subito, legittimi e imperiosi; lasciar fuori Petrarca è un disagio troppo grande, (...)
E gli scrittori? Due - indiscutibili - sono due non scrittori, due entità sovrapersonali e plurime, lo Spirito Santo e Omero, se è vero che hanno scritto la Bibbia e l' Iliade e l' Odissea.
Ma gli altri? E subito una gran confusione, come in certi pasticci sentimentali in cui si finisce per non sapere chi si ama di più e non si sa che pesci pigliare. (...)
Sino a questo punto si tratta, tutt'al più, di una patologica indecisione critica o di una incoercibile ma felice vocazione poligamica; forse è bene non saper scegliere fra chi si ama, è certo giusto non scegliere tra i propri figli, anche se ne hanno cento come Priamo. Le cose saranno certo più chiare per quel che riguarda non la finzione letteraria, bensì la vita, la realtà; uno saprà certo dire cosa ama, odia, tiene o desidera di più, i luoghi che preferisce e quelli che aborre. (...)
Man mano che si prosegue nel questionario, si è risucchiati in un vortice di incertezza; non sono tanto le idee, i gusti, le predilezioni a traballare, quanto lo stesso io chiamato a declinarli, che si sente improvvisamente astratto, irreale (...) Come si può dunque osare indicare, nella risposta alla domanda numero 16, il tratto principale del proprio carattere, se quelle botte e risposte fanno anzitutto dubitare di avere un carattere? L'io si frantuma e le sue qualità svaporano.
Non si può farne una colpa alla computerizzazione che governa il mondo. Quella logica non
snatura la vita, come protestano i nostalgici del buon tempo antico, ma ne dice forse la verità, mette a nudo il meccano di cui siamo fatti (...)
Il gesto di narrare crea, finge e costruisce un'identità, mentre chi risponde ai test sente di > perderla, come un accusato dinanzi al poliziotto o al giudice che lo interroga.
Claudio Magris, Utopia e disincanto.

Individuate la considerazione che NON TROVA CONFERMA nello scritto di Magris: 


A) se i test hanno l’effetto di creare una confusione mentale e affettiva in chi era ben sicuro
di sé, la loro attendibilità sarà molto limitata


B) lo scrittore rifugge dal luogo comune che attribuisce alla società contemporanea la
responsabilità di ogni misfatto ai danni dell’individuo


C) Magris osserva, come per inciso, che di fronte a chi ha il compito di giudicare noi o le
nostre azioni rimaniamo disorientati e non riconosciamo più noi stessi


D) non è detto che la vocazione alla poligamia sia sempre un male; ci sono affetti tra i quali è
bene non stabilire graduatorie


E) il tono di questa pagina è leggero e arioso, ma l’indagine sulla condizione non solo dello scrittore, ma dell’uomo in generale, è, nella sostanza, seria



35. Lo Statuto Albertino fu promulgato da Carlo Alberto nel:

A) 1848

B) 1838

C) 1858

D) 1868

E) 1828



36. Nel Medioevo cristiano, per “diritto d’asilo” s’intendeva propriamente...:

A) l’immunità per chi si rifugiava in chiese, templi o altri luoghi sacri

B) il diritto del viandante di pernottare presso abitazioni private situate lungo le vie di traffico

C) la facoltà d’ognuno di far accedere gratuitamente i figli alla scuola dell’infanzia

D) l’acquartieramento gratuito dei mercanti nei porti stranieri d’approdo

E) l’obbligo di sostentare economicamente i pellegrini in marcia alla volta dei maggiori santuari



37. “La globalizzazione può essere una forza positiva: quella delle idee sulla democrazia e quella della società civile hanno cambiato il modo di pensare della gente, mentre i movimenti politici globali hanno portato alla cancellazione del debito e al trattato sulle mine antiuomo. [... ] I paesi che hanno tratto i vantaggi più significativi sono comunque quelli che si sono resi artefici del loro destino, riconoscendo il ruolo che il governo può svolgere nello sviluppo, anziché affidarsi al concetto fallace di un mercato che, autoregolandosi, riuscirebbe a risolvere da solo tutti i suoi problemi. Ma per milioni di persone la globalizzazione non ha funzionato. Molti hanno visto peggiorare le loro condizioni di vita, hanno perso il lavoro, e con esso, ogni sicurezza. . [... ] Se continuerà a essere condotta così come è avvenuto in passato, se seguiteremo a non imparare nulla dai nostri errori, la globalizzazione non soltanto non riuscirà a promuovere lo sviluppo, ma continuerà a creare povertà e instabilità. . [... ] Per fortuna c’è una sempre maggiore consapevolezza di questi problemi e una crescente volontà politica di fare qualcosa.”
Joseph E. Stiglitz, La globalizzazione e i suoi oppositori
Stiglitz, vincitore nel 2001 del premio Nobel per l’economia, nel libro da cui è tratta questa citazione analizza il fenomeno della globalizzazione. Individuate IL SOLO dei giudizi qui elencati che NON È FONDATO su una attenta lettura del passo riportato:

A) riconosce al fenomeno molti effetti positivi, non solo economici

B) ritiene che i vantaggi siano fin’ora stati molto maggiori degli svantaggi, generalmente
circoscritti


C) tiene presenti gli effetti negativi prodotti in alcuni paesi in ambito sia economico sia sociale

D) ha un atteggiamento sostanzialmente fiducioso, anche perché constata una crescente
consapevolezza dei problemi


E) vede crescere la volontà politica di agire per affrontare i rischi che si presentano e correggere gli errori compiuti



38.

“Fa attenzione alle forme con cui costruisce il contadino. Perché sono patrimonio tramandato dalla saggezza dei padri. Cerca però di scoprire le ragioni che hanno portato a quella forma. Se i progressi della tecnica consentono di migliorare la forma, bisogna sempre adottare questo miglioramento. [ ... ]
Sii vero. La natura sopporta soltanto la verità. Va d’accordo con i ponti a travi reticolati in ferro, ma rifiuta i ponti ad archi gotici con torri e feritoie.
Non temere di essere giudicato non moderno. Le modifiche al modo di costruire tradizionale sono consentite soltanto se rappresentano un miglioramento, in caso contrario attieniti alla tradizione.
Perché la verità, anche se vecchia di secoli, ha con noi un legame più stretto della menzogna che ci cammina al fianco”.
Adolf Loos, Parole nel vuoto

UNO SOLO dei giudizi sotto riportati È a rigore ricavato dal discorso di Loos:


A) la natura ama la verità e accoglie male i frutti della tecnologia

B) chi non comprende il senso della tradizione non può essere un vero innovatore

C) nelle forme tradizionali popolari c’è un senso che merita scoprire

D) siamo sempre più legati alle menzogne di moda che alle verità fuori-moda

E) gli strumenti moderni impongono sempre una modernizzazione delle forme



39. A quale contesto storico rinvia la figura di quell’Enrico IV imperatore che si umiliò a
Canossa (1077)?

A) Alla lotta per le investiture

B) Alla discesa in Italia del re di Francia Carlo VIII

C) Alla quarta crociata

D) Alla pace di Cateau-Cambrésis

E) Alle lotte tra i Sassoni e Carlo Magno



40. Per OGM s’intende:

A) organismi sottoposti a manipolazione genetica

B) organismi generalmente commestibili

C) ortofrutta garantita matura

D) organismi infettati da agenti chimici

E) ortofrutta da agricoltura biologica





Test di Biologia


41. Mi metto sotto l’acqua della doccia senza sapere che lo scaldabagno non funziona. Quali di questi processi fisiologici NON avverrà?

A) Vengono secreti ormoni che elevano il metabolismo basale

B) I vasi sanguigni sotto la pelle si dilatano

C) I vasi sanguigni sotto la pelle si restringono

D) Brividi di freddo corrono lungo tutto il corpo

E) Si innalza se pur lievemente la pressione sanguigna



42. Un  organismo con genotipo AaBb (alleli genici  a  segregazione indipendente) produce gameti AB, Ab, aB, ab, nel rapporto di:

A)  9 : 3 : 3 : 1

B)  3 : 1

C)  1 : 1 : 1 : 1

D) 1 : 2 : 1

E) 1 : 2 : 2 : 1



43. Nella specie umana l’allele T che dà sensibilità alla feniltiocarbamide (una sostanza di sapore amaro) è dominante sull’allele t che dà insensibilità. Un uomo sensibile sposa una donna non sensibile; hanno un figlio sensibile.
Da tali dati si può dedurre con sicurezza:

A) il genotipo del figlio è Tt

B) il genotipo della madre è Tt

C) il genotipo del figlio è TT

D) il genotipo del padre è Tt

E) il genotipo del padre è tt



44. Il signor Rossi ha il gruppo sanguigno 0, mentre la signora Rossi ha il gruppo sanguigno AB. Indica quale delle seguenti previsioni riguardante il gruppo sanguigno dei loro figli ti sembra possibile:

A) le figlie avranno il gruppo 0, i figli il gruppo AB

B) i figli avranno il gruppo 0, le figlie il gruppo AB

C) non è possibile prevedere il gruppo sanguigno dei figli

D) tutti i figli avranno il gruppo AB, indipendentemente dal sesso

E) metà dei figli avra' il gruppo A e meta' il gruppo B, indipendentemente dal sesso



45. Nel lobo frontale e parietale del cervello, lungo il solco centrale, si trovano la corteccia motoria e la corteccia sensoriale. Dalla corteccia motoria partono gli stimoli destinati ai muscoli scheletrici.
Più esattamente gli stimoli partono da aree  specifiche corrispondenti alle singole regioni del corpo. L’estensione di queste aree:

A) è proporzionale alla capacità di ottenere movimenti molto precisi

B) è proporzionale all’estensione della regione controllata

C) è maggiore per la regione del tronco e dell’anca

D) è maggiore dove la sensibilità è minore

E) dipende dal tipo degli stimoli che invia



46. Applicando la legge dell'assortimento indipendente, un individuo con genotipo GgFf produce i gameti:

A) GF

B) gf

C) G, g, F, f

D) GF, Gf, gF, gf

E) tutti gameti uguali



47. E’ considerata una reazione immunopatologica:

A) la nefrite

B) la glicemia

C) l’allergia

D) la sterilità

E) la acloridia



48. E’ un vero serbatoio di cellule staminali, utilizzabili nella cura delle leucemie:

A) il cordone ombelicale

B) il sangue

C) l’epidermide

D) il tessuto nervoso

E) il midollo spinale



49. Ad un cane che si è rotta una zampa viene fatta un’ingessatura. Il veterinario ha usato:

A) Carbonato di calcio

B) Carbonato di sodio

C) Solfato di calcio

D) Solfato di magnesio

E) Tiosolfato di calcio



50. Il meccanismo fondamentale della selezione naturale proposto da Darwin per l'evoluzione della organismi viventi si basa su:

A) l'identita' fra gli individui di una stessa specie

B) la maggiore sopravvivenza degli individui  piu' aggressivi


C) l'ereditarieta' di tutti gli adattamenti all'ambiente, che il singolo individuo acquisisce nel corso
della vita


D)  il  fatto  che gli individui  piu'  adattati  all'ambiente hanno maggiore probabilita' di riprodursi

E) una  scelta assolutamente casuale fra gli individui  indipendente dal loro grado di adattamento



51. Il codone di mRNA dell’aminoacido serina è UCA. La corrispondente sequenza del DNA è:

A) ACU

B) TGA

C) AGU

D) AGT

E) UCT



52. La talassemia e' una malattia dovuta alla presenza di un allele dominante. La condizione di omozigote determina una forma molto grave detta “talassemia maior”; la condizione eterozigote provoca una forma attenuata chiamata “talassemia minor”. Un uomo con talassemia minor sposa una donna normale. Quale probabilita' c’e' che nascano dalla coppia figli affetti da talassemia minor?

A) Nessuna

B) 25%

C) 50%

D) 75%

E) 100%



53. Una cellula dello stomaco produce pepsina e non insulina perché:

A) sono attivi solo i geni per la produzione di pepsina

B) ha geni diversi rispetto ad una del pancreas

C) non presenta il gene dell’insulina

D) l’insulina prodotta non viene trasferita nello stomaco

E) non sono presenti i recettori per l’insulina



54. Quale dei seguenti eventi e' tipico della meiosi ma non della mitosi?

A) Si formano i centrioli

B) Si evidenziano i cromosomi

C) Si forma il fuso

D) I cromatidi si separano

E) I cromosomi omologhi si appaiano



55. È sicuramente una malattia genetica:

A) la rosolia

B) l'emofilia

C) l'iperuricemia

D) il tumore all'utero

E) l'AIDS



56. Solo una delle seguenti affermazioni che riguardano la retina è corretta:

A) ha il compito di mettere a fuoco le immagini

B) ha la funzione di lente di ingrandimento

C) è la porzione trasparente della sclerotica

D) può essere considerata un’estensione periferica dell’encefalo

E) funziona come il diaframma di una macchina fotografica



57. Quale struttura svolge una funzione diversa nelle cellule animali e vegetali?

A) Mitocondri

B) Vacuoli

C) Ribosomi

D) Membrana cellulare

E) Nucleo



58. Se doveste far esaminare il vostro astragalo dal medico specialista, dovreste togliervi:

A) i pantaloni

B) la camicia

C) i guanti

D) calze e scarpe

E) gli occhiali





Test di Chimica


59. Quale dei seguenti sistemi è omogeneo?

A) Sospensione

B) Lega metallica

C) Emulsione

D) Soluzione satura con corpo di fondo

E) Nebbia



60. Quale dei seguenti sistemi non è eterogeneo?

A) Spugna

B) Fumo

C) Soluzione non satura

D) Emulsione

E) Sabbia



61. Un elettrolita debole:

A) è sempre pochissimo dissociato

B) non si dissocia affatto

C) è poco solubile in acqua

D) è tanto meno dissociato quanto più concentrata è la soluzione

E) è tanto meno dissociato quanto più diluita è la soluzione



62. Quanti grammi pesano 11,2 litri di CH4 a condizioni standard?

A) 4

B) 8

C) 10

D) 11

E) 16



63. Nello smalto dentario è contenuto:

A) acido fluoridrico

B) calcio elementare

C) fluoro elementare

D) solfato di calcio

E) fosfato di calcio



64. Il numero di ossidazione dell'ossigeno nell'acqua ossigenata (H2O2) è:

A) -2

B) 0

C) -1

D) +1/2

E) -1/2



65. Nella tavola periodica degli elementi l'energia di ionizzazione dall'alto in basso lungo un gruppo:

A) decresce progressivamente

B) cresce progressivamente

C) resta invariata

D) cresce nei primi tre gruppi, resta invariata negli altri

E) diminuisce solo negli ultimi tre gruppi



66. Quale delle seguenti sostanze è più energetica per un grammo di peso?

A) Proteina

B) Lipide

C) Zucchero

D) Acqua

E) Alcool etilico



67. L'idrolisi dell’amido conduce a:

A) acidi grassi

B) aldeidi e chetoni

C) glucosio

D) glicerolo

E) glucosio e fruttosio



68. Quando si riscalda un gas si verifica sempre:

A) un aumento del numero di molecole

B) un aumento di pressione

C)  un aumento di volume

D)  un aumento dell'energia cinetica media delle molecole

E) la ionizzazione delle molecole



69. Quando si scioglie in acqua il bicarbonato di sodio (NaHCO3) si forma una soluzione:

A) debolmente basica

B) etereogenea

C) neutra

D) debolmente acida

E) fortemente acida





Test di Fisica e Matematica


70.
Un sasso lasciato cadere da 20 cm di altezza arriva a terra con una velocità V = 2 m/sec (circa).
Se lo stesso sasso è lasciato cadere da un’altezza doppia arriverà a terra con una velocità di circa:

A) 2 √2m/sec

B) 4 m/sec

C) 2 · 9.8 m/sec

D) 8 m/sec

E) dipende dalla massa del sasso



71. Se A  è un numero negativo, allora (-A)0,5 è sicuramente un numero:

A) uguale a uno

B) reale

C) sempre uguale a 0,5

D) in tutti i casi: intero

E) in tutti i casi: nullo



72. In un rombo una diagonale è il doppio dell'altra e l'area vale 36 cm2. Quanto vale il lato del rombo?

A) 3√5 cm

B) 6√5 cm

C) Non si può determinare

D) 6√2 cm

E) 6 cm



73. Quale delle seguenti condizioni deve verificarsi affinche' la retta di equazione y= mx + n non passi per il quarto quadrante?

A)  m>0, n>0

B) m<0, n>0

C) m>0, n<0

D) m<0, n<0

E) m>0, n=0



74. Un numero intero tale che la differenza tra il suo quadrato e i 3/2 del numero stesso sia uguale a 52 è:

A) 8

B) 15

C) -13/2

D) non esiste alcun numero intero che soddisfa la relazione

E) nessuna delle altre 4 risposte



75. Un corpo di massa M percorre una circonferenza con velocità V costante in modulo. La forza F agente sul corpo è:

A) nulla

B) diversa da zero, e tangente alla traiettoria

C) diversa da zero e diretta radialmente verso il centro della circonferenza (centripeta)

D) diversa da zero e diretta radialmente verso l’esterno della circonferenza (centrifuga)

E) diversa da zero e inversamente proporzionale alla accelerazione centripeta



76. Una carica elettrica positiva, ferma tra i poli di un magnete:

A) è attratta dal polo Sud del magnete

B) è attratta dal polo Nord del magnete

C) subisce una forza perpendicolare al campo magnetico

D) subisce una forza parallela al campo magnetico

E) non subisce alcuna forza da parte del magnete



77. Un gas perfetto è racchiuso in un cilindro e mantenuto a temperatura costante T. Se il suo volume viene fatto espandere lentamente fino a raggiungere il doppio del valore iniziale:

A) la pressione esercitata dal gas si dimezza

B) anche la pressione esercitata dal gas raddoppia

C) la pressione esercitata dal gas resta costante

D) la temperatura interna aumenta

E) la temperatura interna diminuisce



78. I raggi X sono:

A) una corrente di cariche positive

B) una corrente di cariche negative

C) una corrente di cariche negative e positive in moto con direzione opposta

D) un flusso di neutroni

E) onde elettromagnetiche



79. Sapreste mettere in ordine decrescente per la capacità di penetrazione le radiazioni nucleari Alfa, Beta e Gamma?

A) Gamma, Beta, Alfa

B) Gamma, Alfa, Beta

C) Alfa, Beta, Gamma

D) Beta, Alfa, Gamma

E) Beta, Gamma, Alfa



80. Se due numeri sono primi tra loro, allora:

A) sono entrambi numeri primi

B) almeno uno dei due deve essere primo

C) il loro prodotto è un numero primo

D) il loro minimo comune multiplo è il maggiore dei due numeri

E) il loro massimo comun divisore è 1









           Informativa Cookie