SIMULAZIONE "Fisica e Matematica" (11 quiz)



Test di Fisica e Matematica


1. Sia dato un corpo in moto rettilineo a cui viene applicata per 10 s una forza 100 N agente lungo la traiettoria e che si oppone al moto per una distanza di 2 m. La potenza sviluppata dalla forza è uguale a:

A) 5 W

B) 20 W

C) 2 kW

D) 200 W

E) 500 W



2.

Consideriamo le due relazioni:

Y = (1/2) * Log10 (100)
Z = 2 * log100 (10)
Quale delle seguenti affermazioni è CORRETTA?


A) Y < Z

B) Y > Z

C) Y = Z

D) Il numero 100 non può mai essere usato come base dei logaritmi di altri numeri

E) Non esiste il logaritmo di un numero se la base è maggiore del numero stesso



3.

Consideriamo i tre numeri generici A, B, C.
Supponiamo:
- che il numero A sia minore del numero B
- che il numero C sia maggiore o uguale al numero B.
Quale delle seguenti affermazioni  è SEMPRE VERA?


A) A è minore o uguale a C

B) A  è uguale a B

C) A è minore di C

D) B è  maggiore di C

E) A è  maggiore  di C



4. Il grado di un polinomio corrisponde:

A) alla somma dei gradi di tutti i monomi addendi

B) al minimo comune multiplo dei gradi dei monomi addendi

C) al grado del monomio di grado minimo

D) al grado del monomio di grado massimo

E) al numero dei fattori letterali diversi tra loro



5. Sono dati due recipienti di forma e volume diversi (Fig. P) e riempiti con uno stesso tipo di liquido.  Sulla superficie libera dei due recipienti si esercita la stessa pressione atmosferica. Se nei due recipienti si raggiunge la stessa altezza di liquido rispetto alle rispettive superficie di fondo (piane e orizzontali), in quale di essi la pressione sul fondo sarà maggiore?

A) In quello che contiene un maggior volume di liquido

B) In quello che ha una maggiore superficie libera

C) In entrambi i recipienti la pressione sul fondo sarà uguale

D) In quello che ha una maggiore superficie di fondo

E) In quello che ha una minore superficie di fondo



6. Centomila moltiplicato per un millesimo e' uguale a:

A) cento

B) cento milioni

C) un centomillesimo

D) un centesimo

E) un centomilionesimo



7. In un triangolo gli angoli “alfa”, “beta” e “gamma” valgono:
alfa = X
beta = alfa + 30°
gamma = beta + 60°.
Quanto vale l’angolo “alfa” (cioè X)?

A) X = 20°

B) X = 45°

C) X = 60°

D) X = 80°

E) X = 90°



8.
Due lampadine costruite per funzionare in corrente continua ed alla differenza di potenziale di 9 volt, vengono erroneamente collegate in serie (invece che in parallelo) e poi collegate ad una batteria che eroga 9 volt. L'intensità della luce da esse emessa in questa errata configurazione… :


A) è circa la metà della normale intensità luminosa perché la corrente è dimezzata

B) è la stessa, ma la corrente raddoppia e la batteria si scarica rapidamente

C) è più intensa del normale e la loro durata ridotta alla metà

D) non emettono luce perché destinate a bruciarsi quasi istantaneamente

E) restano spente perché la batteria non può funzionare in questa configurazione



9. I raggi X sono:

A) una corrente di cariche positive

B) una corrente di cariche negative

C) una corrente di cariche negative e positive in moto con direzione opposta

D) un flusso di neutroni

E) onde elettromagnetiche



10. Due  oggetti a forma di cubo hanno rispettivamente lato di 5 e di 10 cm.  I due cubi hanno esattamente lo stesso peso. Se indichiamo con p il peso specifico del cubo piu' piccolo e con  P il peso specifico del cubo piu' grande,  in che rapporto stanno i pesi specifici p e P?

A) (p/P) = 16

B) (p/P) =  8

C) (p/P) =  4

D) (p/P) =  2

E) Non  si puo' calcolare il rapporto p/P non essendo noto il peso (uguale) dei due cubi



11. Due lampadine costruite per funzionare in corrente continua ed alla differenza di potenziale di 9 volt, vengono erroneamente collegate in serie (invece che in parallelo) e poi collegate ad una batteria che eroga 9 volt. L'intensità della luce da esse emessa in questa errata configurazione…:

A) restano spente perché la batteria non può funzionare in questa configurazione

B) è la stessa, ma la corrente raddoppia e la batteria si scarica rapidamente

C) è più intensa del normale e la loro durata ridotta alla metà

D) non emettono luce perché destinate a bruciarsi quasi istantaneamente

E) è circa la metà della normale intensità luminosa perché la corrente è dimezzata









           Informativa Cookie